Il Data Center Aruba Cloud in Polonia: un altro passo avanti nella strategia globale del Gruppo

MeteoWeb

Aruba S.p.A., leader nei servizi di web hosting, e-mail, PEC e registrazione domini, e Registro ufficiale del dominio .cloud attraverso una delle sue società controllate, ha aperto il data center DC- PL1 in Polonia. Classificato Tier III+, che ne attesta l’alto livello di affidabilità, il data center con sede a Varsavia si candida a diventare leader nel mercato dei data center in Polonia. Si tratta dell’ottavo data center del Gruppo Aruba in Europa e, oltre ad andare incontro alle esigenze dei clienti locali, costituisce un’ottima base di partenza per l’ulteriore espansione in altri mercati dell’Europa centrale e orientale.

L’apertura del nuovo data center in Polonia rappresenta una scelta logica in un’ottica di sviluppo dell’azienda, che ha rafforzato la propria posizione nel mercato interno per più di due anni. Dall’ingresso nel mercato polacco, Aruba Cloud ha infatti acquisito quasi 15.000 clienti. Questo ha spinto il management dell’azienda a investire ulteriormente nel Paese. Il lancio di un data center locale nasce dal desiderio di raggiungere la clientela polacca, per la quale l’archiviazione di tutti i dati nel territorio nazionale è una priorità. Un altro elemento della strategia Aruba Cloud è quello di estendere i propri servizi cloud a est, specialmente in Ucraina, dove l’azienda ha riscontrato un grande interesse nel modello cloud.

Il DC – PL1 Aruba Cloud si distingue per l’impiego di tecnologie di fascia alta. In linea con la strategia globale di Aruba, il data center polacco è dotato di un’infrastruttura fornita esclusivamente da produttori di fiducia, con i quali Aruba ha collaborato per anni in Europa. L’hardware comprende server Dell, processori Intel (Xeon® E5) e SSD di ultima generazione. La grande attenzione posta alla qualità del servizio è evidenziata dal fatto che Aruba Cloud, a differenza di molti competitor, non gestisce più di due host virtuali su un singolo processore. Questo si traduce in migliori prestazioni e una maggiore stabilità del servizio Cloud Pro, e tale standard è applicato in tutti i data center Aruba.

Nel nuovo data center, i clienti Aruba Cloud locali avranno la possibilità di utilizzare tutti i tipi di servizi IaaS (Infrastructure as a Service) forniti da Aruba nei mercati dell’Europa occidentale. Tali servizi includono tre tipi di cloud: cloud server virtuali (VPS SSD), cloud pubblico (Cloud Pro) e cloud privato, oltre a una gamma di strumenti, tra cui una soluzione di backup su cloud. Tutti i servizi sono offerti a tariffe promozionali e, in particolare, i clienti che colgono questa opportunità possono usufruire delle condizioni promozionali per tutta la durata di utilizzo del pacchetto scelto.

Oltre ai punti di forza strettamente tecnici dell’infrastruttura Aruba Cloud basata su cloud, anche la sicurezza dei dati e la conformità alle nuove normative sono estremamente importanti. Tutti i servizi cloud forniti da Aruba Cloud sono in linea con le disposizioni del CISPE (Cloud Infrastructure Service Providers in Europe) che ha istituito un codice di condotta univoco in Europa per la protezione dei dati in cloud. È importante notare che il Codice di condotta CISPE ha preceduto l’introduzione del regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR, General Data Protection Regulation) ed è conforme ai requisiti della nuova normativa UE che entrerà in vigore nel 2018. Chiunque usufruisca delle soluzioni Aruba Cloud può, quindi, fare affidamento sul fatto che il provider non tratterà i dati del cliente a proprio beneficio né li rivenderà a terze parti per fini di estrazione di informazioni personali, profilazione dei soggetti interessati e marketing.

A pochi giorni dalla grande inaugurazione del Global Cloud Data Center, annunciamo con soddisfazione un altro passo strategico nell’ampliamento pan-europeo del nostro network di data center: il nuovo centro dati in Polonia, a Varsavia, è di fatto un ulteriore punto di riferimento per i mercati del centro ed est Europa, un’area che si sta dimostrando sempre più attenta al settore IT, in particolare ai servizi cloud. Il data center polacco diventa, così, l’ottavo data center del Gruppo, la cui visione aziendale è rivolta ad una nuova economia che dall’Italia guarda all’Europa, considerando questo nuovo baricentro dell’informatica continentale.”– ha affermato Stefano Cecconi, CEO di Aruba S.p.A..

Aprire un data center in Polonia è un evento molto significativo per noi. Fino ad oggi, i clienti Aruba Cloud locali hanno utilizzato servizi forniti da data center internazionali, il che non ci ha impedito di acquisire quasi 15 mila utenti. In un mercato altamente competitivo, in cui grandi marchi nazionali si trovano ad operare a fianco di giganti di livello mondiale, questo è un buon risultato. Questo passo è stato estremamente importante per il Gruppo Aruba, in quanto quello polacco è un mercato cruciale nello scenario attuale, non soltanto perché l’economia del Paese va rafforzandosi sempre di più, ma anche per le potenzialità di un’ulteriore espansione nei mercati limitrofi – ha spiegato Marcin Zmaczy?ski, Country Manager CEE di Aruba Cloud. – L’apertura del centro a Varsavia, capitale degli affari nella regione CEE, ci offre l’opportunità di raggiungere una più vasta base di clienti in Polonia ed espanderci a Est, specialmente nel mercato ucraino, dove le aziende hanno dimostrato un grande interesse nei confronti della migrazione dell’IT al cloud. Nonostante la nostra crescita nella regione sia ancora trainata dalla popolarità del VPS, vediamo il potenziale insito nell’offerta di cloud pubblici e privati, anche a grandi organizzazioni, nei prossimi anni. Il data center in Polonia ci consentirà di attrarre nuovi clienti e, allo scopo di offrire loro una migliore assistenza, abbiamo in programma di ampliare presto il nostro team di supporto commerciale e tecnico” – ha aggiunto Zmaczy?ski.