Le Previsioni Meteo dell’Aeronautica Militare per oggi e domani: forte maltempo all’estremo Sud

MeteoWeb

Previsioni del tempo in Italia fornite dal Servizio Meteorologico dell’Aeronautica Militare.

SITUAZIONE: condizioni di spiccata instabilità interessano la Sicilia ed i settori ionici della Calabria; un debole sistema nuvoloso dall’Europa centrale con la sua parte più avanzata tende a spostarsi verso l’arco alpino e il nord est.

TEMPO PREVISTO FINO ALLE ORE 06.00 DI DOMANI: NORD – molto nuvoloso nelle zone alpine e prealpine con rovesci sparsi specie nelle aree centrali ed orientali; schiarite alternate a temporanei addensamenti sul resto del settentrione con qualche pioggia più probabile in Liguria. In serata tendenza a generale miglioramento tranne Veneto meridionale e Romagna, dove avrà luogo un incremento di nuvolosità con locali e deboli precipitazioni associate.

CENTRO E SARDEGNA – molto nuvoloso con nubi medio alte in transito su tutte le regioni e addensamenti di nubi basse sulle aree tirreniche e sulla Sardegna sud-orientale, con deboli piogge, più probabili sulla Toscana in estensione nel corso del pomeriggio al Lazio; copertura nuvolosa in aumento anche su Umbria e Marche. Dalla serata lenta attenuazione della nuvolosità e dei fenomeni. In nottata tendenza a nuovo aumento di nuvolosità nelle Marche con deboli ed isolate piogge nelle zone costiere. SUD E SICILIA – molte nubi su Sicilia e Calabria meridionale con rovesci sparsi ed isolati temporali; durante il pomeriggio i fenomeni assumeranno localmente carattere intenso sulla Sicilia meridionale; nubi sparse altrove con qualche addensamento in intensificazione nelle aree interne a cui saranno associati deboli occasionali piovaschi. In serata la fenomenologia persisterà in Sicilia e nella notte tenderà ad intensificare di nuovo nelle zone centrali e meridionali dell’isola. TEMPERATURE: massime in diminuzione nelle zone centrali ed orientali del nord ed in Liguria, in aumento altrove, specie sulle regioni adriatiche centro-meridionali; minime in diminuzione a nord tranne in Emilia Romagna; in aumento sulle altre zone, più sensibile sul medio versante adriatico.

VENTI: generalmente deboli meridionali con qualche rinforzo da sud est sulla Sicilia, sulle zone ioniche e nel basso Adriatico. MARI: da molto mossi a mossi stretto di Sicilia e Jonio meridionale; mossi canale di Sardegna e Tirreno meridionale; poco mossi il mare di Sardegna e il Tirreno settentrionale; da mossi a poco mossi gli altri mari con moto ondoso in aumento sull’Adriatico centro- settentrionale e sul mar Ligure.

TEMPO PREVISTO PER DOMANI, MERCOLEDÌ 4 OTTOBRE: NORD – nubi basse al mattino su Piemonte, Lombardia ed Emilia Romagna con tendenza a diradamento dal primo pomeriggio. Prevalenza di spazi sereni sul resto del settentrione seppur con estese velature in transito tra le ore pomeridiane ed il termine della giornata. CENTRO E SARDEGNA – molte nubi in mattinata sia sull’isola che sulle regioni peninsulari con brevi deboli piogge lungo i litorali adriatici e sulla Sardegna centro meridionale comunque in attenuazione a ridosso della serata. Seguiranno decise schiarite. SUD E SICILIA – condizioni all’insegna di deciso maltempo sulla Sicilia con piogge e temporali anche di forte intensità più frequenti sulla parte meridionale, centrale ed orientale dell’isola in parziale temporaneo miglioramento dalla serata. Le precipitazioni ma in forma più attenuata si presenteranno anche sulla Calabria centro meridionale e sul settore ionico della regione e tenderanno ad attenuarsi verso fine giornata. Prevalenza di schiarite sul resto del meridione anche se con nuvolosità in temporaneo transito tra Molise, Puglia centro settentrionale e zone interne della Campania. TEMPERATURE: minime in calo al nord ad eccezione della parte centro orientale dell’Emilia Romagna dove risulteranno in lieve rialzo; in aumento sul resto del territorio; massime in diminuzione sulle regioni adriatiche del centro; in generale lieve aumento altrove. VENTI: moderati meridionali su Sicilia e Calabria con tendenza a divenire orientali; generalmente deboli settentrionali sulle rimanenti regioni con tendenza a divenire deboli meridionali al centro nord. MARI: da mosso a molto mosso lo stretto di Sicilia e lo Jonio occidentale; mosso il mar di Sardegna; poco mossi gli altri mari.