Ophelia: dopo danni e vittime in Irlanda, l’uragano si abbatte su Scozia e Galles

MeteoWeb

Dopo avere causato vittime e danni in Irlanda, l’uragano Ophelia ha raggiunto la Gran Bretagna: venti forti e piogge torrenziali si registrano nella Scozia sud-occidentale, nel Galles e a nord dell’Inghilterra.

L’agenzia scozzese per la protezione ambientale ha diramato 14 allerte per alluvioni, principalmente per il rischio inondazioni lungo la costa ovest. Allerta anche per la costa meridionale dell’Inghilterra. Sono previsti venti fino a 110 km/h e, secondo le previsioni, la tempesta in serata si sposterà verso nord.

Alcune linee ferroviarie hanno riportato ritardi sia in Scozia sia nel nord-est dell’Inghilterra, dovuti soprattutto alla caduta di alberi che bloccano i binari: lo stesso è avvenuto in alcune strade del Galles.

L’uragano Ophelia in Irlanda ha lasciato 360mila case e aziende senza elettricità ed ha provocato la morte di tre persone: una donna, un’infermiera di 58 anni (deceduta nella sua auto, su cui e’ caduto un albero sradicato dal vento) e due uomini, entrambi sulla trentina: uno a a Ravensdale, nel Dundalk, morto nella sua auto travolta da un albero; e un altro, ucciso da una motosega, mentre cercava di rimuovere un albero caduto a Cahir.