Previsioni Meteo, il bollettino dell’Aeronautica Militare: instabilità e temperature in calo

MeteoWeb

Le previsioni meteo per la giornata di oggi e domani fornite dal Servizio Meteorologico dell’Aeronautica Militare. Situazione: su Sicilia e Calabria meridionale permane un’area temporalesca attiva in lento e progressiva attenuazione serale; sul resto d’Italia prevalgono condizioni anticicloniche, in graduale attenuazione sulle regioni settentrionali per l’approssimarsi di un sistema frontale. Tempo previsto fino alle 24 di oggiNord: sereno o poco nuvoloso ma annuvolamenti per nubi basse che sulla pianura padano-veneta saranno associate a foschie ed isolati banchi di nebbia e sulla Liguria a deboli e locali piogge o pioviggini; dalla sera nubi in aumento lungo le aree alpine di confine. Centro e Sardegna: sereno o poco nuvoloso ma con nubi basse in aumento nel corso della giornata sulla Toscana centro-settentrionale in estensione dalla sera alla Sardegna, Lazio e Umbria; al mattino isolati banchi di nebbia lungo le coste adriatiche. Sud e Sicilia: maltempo sulla Sicilia con precipitazioni diffuse anche temporalesche che risulteranno localmente insistenti ed intense, in attenuazione dalla sera; parzialmente nuvoloso sulla Calabria con addensamenti sul settore sud della regione con associate precipitazioni localmente temporalesche; sereno o poco nuvoloso sul resto del sud salvo locali annuvolamenti, ma con nubi basse in estensione sulla Campania a fine giornata. Temperature: minime in lieve diminuzione sul versante adriatico centrale e sulla Pianura Padana orientale; senza apprezzabili variazioni altrove; massime in aumento sull’arco alpino e lungo il versante adriatico, stazionarie altrove. Venti: moderati orientali sulla Sicilia con locali rinforzi, con tendenza ad attenuazione; deboli variabili altrove, tendenti a divenire meridionali lungo il versante adriatico ed al nord con rinforzi dalla sera sulla Liguria e alta Toscana. Mari: molto mossi il canale di Sardegna, lo Stretto di Sicilia e lo Jonio meridionale; mossi il Tirreno centro-meridionale settore ovest e il mare di Sardegna; poco mossi tutti i restanti mari.

Il Servizio Meteorologico dell’Aeronautica Militare comunica le previsioni del tempo sull’Italia per la giornata di domaniNord: nuvolosita’ in aumento su Liguria, Emilia Romagna e settori meridionali di Veneto e Friuli Venezia Giulia con piogge o rovesci in genere sparsi che perderanno gradualmente di consistenza a partire dalle ore pomeridiane. Seguiranno spazi di cielo sereno sempre piu’ ampi. Cielo sereno o al piu’ poco nuvoloso sul resto del settentrione a parte annuvolamenti piu’ compatti sulle zone alpine confinali di Lombardia e Trentino Alto Adige. Centro e Sardegna: nubi in intensificazione anche sulle regioni peninsulari, specie su quelle adriatiche e nelle zone interne con precipitazioni a prevalente carattere temporalesco che risulteranno piu’ intense su Marche e Abruzzo e tenderanno ad attenuarsi parzialmente solo per fine giornata; schiarite alternate a nubi sulla Sardegna. Sud e Sicilia: cielo da parzialmente a molto nuvoloso sulla Campania e settori tirrenici di Basilicata, Calabria e Sicilia con deboli piogge associate. Iniziali condizioni all’insegna del cielo poco nuvoloso sul resto del meridione ma con nubi in aumento su Molise, Puglia centro settentrionale e restante parte di Campania e Basilicata con piogge e temporali che risulteranno piu’ frequenti in area molisana e garganica tra il tardo pomeriggio e il termine della giornata. Temperature: minime in decisa diminuzione sulle zone alpine e in forma piu’ attenuata sulla Sicilia; in aumento sul resto del territorio; massime in calo anche marcato al centro nord, Sardegna e regioni tirreniche meridionali; in aumento sulla Sicilia meridionale. Venti: inizialmente deboli variabili al nord con tendenza a divenire deboli o moderati settentrionali ma con rinforzi sempre piu’ marcati sulle zone alpine fin verso le aree pianeggianti di Piemonte e Lombardia e sulla Liguria; forti o molto forti di maestrale sulla Sardegna in estensione alla Sicilia occidentale e meridionale dal pomeriggio-sera; deboli meridionali altrove ma con rinforzi sulle aree ioniche tendenti a ruotare dai quadranti settentrionali ed a rinforzare decisamente dal pomeriggio dapprima al centro peninsulare e dalla sera anche al meridione. Mari: molto agitato il mar di Sardegna; da mossi a molto mossi i restanti mari con tendenza a divenire agitati l’Adriatico centrale, il Tirreno centrale e meridionale e lo stretto di Sicilia.