Siccità, stato di emergenza in Basilicata

MeteoWeb

Al calo costante delle riserve negli invasi lucani, in Basilicata si aggiunge un altro problema che riguarda proprio il principale bacino idrico, la diga di Montecotugno, ubicata a Senise, nel Potentino. Il sindaco Rossella Spagnuolo ha dichiarato lo stato di emergenza idrica per il territorio amministrativo di Senise a causa dell’avaria prolungata delle pompe di sollevamento ed in particolare di una che ha una capacità di 40 litri di acqua al secondo. Ciò sta provocando problemi alle attività agricole. Il Comune di Senise ha interpellato tutti gli enti competenti per intervenire con urgenza sia per risolvere i problemi provocati alle attività interessate che per prevenire situazioni di rischio igienico-sanitario. Il presidente della Regione Basilicata, Marcello Pittella, oggi ha incontrato sia il sindaco che una delegazione di agricoltori. Dopo aver ascoltato i titolari delle aziende interessate, il governatore lucano ha assicurato che la Regione è disposta ”a investire le risorse necessarie a rimettere in funzione le pompe di sollevamento in tempi rapidi per ridurre al minimo i rischi di danni alle colture senza acqua ormai da diversi giorni”. Del problema Pittella ha subito interessato l’Eipli, l’Ente irrigazione di Puglia Lucania Irpinia.