Terremoto Umbria, sorella di una vittima: “Non si può morire per un sisma”

MeteoWeb

La ferita non si rimargina e non si dimentica, ma abbiamo una speranza e una esortazione, che non ci siano piu’ vittime del Terremoto e che si proteggano i nostri beni culturali e la gente. Non e’ possibile che negli anni 2000 si muoia ancora di sisma“: lo ha dichiarato Dina Bugiantella, sorella di Claudio, una delle quattro persone che persero la vita nel crollo della Basilica di San Francesco di Assisi avvenuta a causa del terremoto magnitudo 6.1 verificatosi il 26 settembre 1997.

Questa mattina i parenti delle vittime incontreranno il presidente della Repubblica, in visita ad Assisi per commemorare il ventennale del sisma che colpì Umbria e Marche.