G7 Salute: riflettori sui cambiamenti climatici e i fenomeni migratori

MeteoWeb

Il G7 dei ministri della Salute europei si apre oggi a Milano, e l’impatto dei cambiamenti climatici e ambientali sulla salute è tema al centro dei lavori nella prima giornata di incontro dei ministri. Si teme che i cambiamenti climatici determineranno un drastico e allarmante incremento dei fenomeni migratori: in futuro si potrebbero infatti avere 10 milioni di persone per volta in movimento per eventi climatici avversi o per gli effetti dei processi climatici a lungo termine.

Per la fine del XX secolo, secondo gli esperti, il cambiamento della temperatura di superficie sara’ probabilmente causa di un aumento di 1,5 C rispetto al 1850.

Sempre a causa dei fattori climatici e ambientali, si registra inoltre un aumento della diffusione degli insetti vettori e, di conseguenza, del rischio di trasmissione di malattie infettive una volta considerate esotiche e ora riemergenti come Chikungunya, febbri Westnile, Dengue, malaria e Zika.