Maltempo e neve in Toscana: 2.5mila utenti senza elettricità, alberi caduti e voli cancellati

MeteoWeb

Prosegue senza sosta il lavoro degli oltre 150 tecnici di e-distribuzione, la società del Gruppo Enel che gestisce la rete di distribuzione elettrica, per il ripristino del servizio elettrico nelle zone montane colpite ieri in Toscana dalla nevicata e nella notte dal vento, fenomeni che hanno provocato la caduta di alberi ad alto fusto sulle linee elettriche causando disservizi diffusi e difficoltà nella viabilità. Le squadre operative di e-distribuzione hanno lavorato tutta la notte, effettuando ripristini e installando gruppi elettrogeni laddove è stato possibile raggiungere i luoghi di intervento. Molte aree sono ancora inaccessibili e la Protezione Civile sta operando per liberare le strade. Permangono situazioni di criticità a Firenzuola con circa 2,5mila clienti privi di elettricità e, in modo più circoscritto, nei comuni limitrofi dell’alto Mugello, nelle aree montane di Vaiano (Po), di Sambuca pistoiese (Pt) e del Casentino (Ar), tra Bibbiena e Poppi, dove nella notte si sono verificate forti folate di vento.

E-distribuzione è in costante contatto con la Protezione Civile che sta coordinando tutte le operazioni di gestione dell’emergenza maltempo. Gli interventi proseguiranno fino al completo ripristino della situazione. E-distribuzione ricorda che per la segnalazione dei servizi è necessario contattare il servizio guasti 803.500, è possibile ricevere informazioni anche sul sito web di e-distribuzione.

Imbiancati tutti i passi sia della Valtiberina che del Casentino ma con strade percorribili senza disagi ma con catene a bordo o pneumatici da neve. Circolazione regolare anche se molto prudente sulla E45. Segnalati interventi dei vigili del fuoco per alberi caduti sulle strade anche nel Pistoiese, nelle zone della Val di Nievole, Serripoli, Marliana e Montevettolini.

Intanto, Publiacqua raccomanda di proteggere i contatori con materiali isolanti o stracci di lana, per evitare rotture per il gelo, soprattutto nelle zone collinari e appenniniche nelle province di Firenze, Prato, Pistoia e Arezzo.

Per quanto riguarda gli aeroporti, oggi, a causa del forte vento, allo scalo fiorentino Amerigo Vespucci alcuni voli sono stati cancellati o dirottati.