Previsioni Meteo, il bollettino dell’Aeronautica Militare: forte maltempo al centro/nord, “fenomeni intensi”

MeteoWeb

Le previsioni meteo per la giornata di oggi e domani fornite dal Servizio Meteorologico dell’Aeronautica Militare. Situazione: due perturbazioni in arrivo dal Mediterraneo occidentale e dalla Francia determineranno marcate e diffuse condizioni di instabilita’ sull’Italia centro-settentrionale, con fenomeni anche intensi a partire dalle aree occidentali del nord, Toscana e Sardegna. Tempo previsto fino alle 24 di oggiNord: maltempo con piogge e temporali anche di forte intensita’ sulla Liguria, su Piemonte e Lombardia con riferimento particolare ai settori centro-settentrionali di quest’ultime due regioni ma anche Piemonte meridionale al confine con la Liguria, in miglioramento da ovest nel pomeriggio e in serata su Liguria e Piemonte e in serata anche su ovest Lombardia con fenomeni sempre meno estesi e intensi; molte nubi sul resto del nord con precipitazioni sparse, anche temporalesche, nella notte e al mattino, in peggioramento dalla tarda mattina/primo pomeriggio su Trentino-Alto Adige, centro-nord Veneto e Friuli-Venezia Giulia con fenomeni sempre piu’ diffusi, intensi e che potranno assumere carattere di eccezionalita’. Quota neve inizialmente oltre i 2000 metri sui rilievi alpini e in calo fino intorno 1700 metri. Centro e Sardegna: molto nuvoloso su Toscana e Sardegna con piogge e temporali che dal primo mattino potranno risultare anche intensi sulla Toscana e sulla Sardegna centro-occidentale, in generale miglioramento serale sulla Sardegna mentre sulla Toscana il miglioramento sara’ parziale con fenomeni ancora possibili ma piu’ isolati e non intensi; sul resto del centro nuvolosita’ irregolare in rapida intensificazione con qualche precipitazione possibile al mattino su Umbria e Lazio ma in generale peggioramento da meta’ giornata con piogge e temporali anche intensi su Lazio e Umbria mentre su Marche e Abruzzo i fenomeni saranno piu’ isolati, non intensi e interesseranno piu’ direttamente il settore appenninico e le adiacenti aree interne. Sud e Sicilia: iniziali ampi spazi di cielo sereno salvo addensamenti localmente compatti su centro-nord Campania e settori sud ed est della Sicilia e qualche occasionale piovasco su est Sicilia fino la prime ore del mattino, in generale peggioramento pomeridiano sulle suddette regioni e con precipitazioni anche temporalesche a partire da Campania nord-occidentale e Sicilia occidentale, con fenomeni anche intensi sulla Campania. Nel pomeriggio nubi in aumento anche sul resto del sud con possibili rovesci o temporali su Appennino molisano e adiacenti aree interne. Temperature: minime in calo su Puglia e Basilicata, in aumento su Sardegna, Lazio, Toscana, Umbria, Marche, Abruzzo, Trentino-Alto Adige, Friuli-Venezia Giulia e localmente anche su Emilia-Romagna, Veneto e Lombardia; massime in diminuzione su Valle d’Aosta, Piemonte, Liguria, Lombardia, Trentino Alto Adige, Toscana, Sardegna, Umbria e Lazio, in aumento sui settori est di Veneto ed Emilia-Romagna e su Abruzzo, Molise e Puglia e senza variazioni di rilievo sul resto d’Italia. Venti: da moderati a forti sulla Liguria, dai quadranti settentrionali sul settore di ponente e da quelli meridionali su quello di levante ma in generale rotazione da nord dal pomeriggio/sera; deboli settentrionali con locali rinforzi su Valle d’Aosta e Piemonte, da moderati a forti meridionali sulle coste dell’alto Adriatico, moderati orientali sulla Pianura Padana centro-orientale e dai quadranti meridionali sul restante settore alpino/prealpino, deboli con locali rinforzi e in generale rotazione dai quadranti settentrionali; da moderati a forti meridionali al centro-sud con i rinforzi maggiori su Sardegna, ovest Sicilia e coste di Toscana e Lazio, tendenti a mediamente forti nord-occidentali sulla Sardegna dal pomeriggio/sera. Mari: poco mosso il basso Adriatico con moto ondoso in aumento; molto mosso il settore nord dello stretto di Sicilia e mosso il restante settore, da mosso a molto mosso il canale di Sardegna, in aumento fino ad agitato; mossi lo Jonio, il Tirreno sud-orientale e il medio-alto Adriatico con moto ondoso in aumento su quest’ultimi due e fino a molto agitato in serata il medio-alto Adriatico; molto mossi i restanti mari, con moto ondoso in aumento dal pomeriggio e fino a molto agitato/localmente grosso sul mare di Sardegna, fino ad agitato/localmente molto agitato su Tirreno centrale, Bocche di Bonifacio e mar Ligure.

Il Servizio Meteorologico dell’Aeronautica Militare comunica le previsioni del tempo sull’Italia per la giornata di domaniNord: maltempo su gran parte del settentrione con rovesci da sparsi a diffusi che, al primo mattino, saranno ancora intensi sul Friuli Venezia Giulia. I fenomeni risulteranno nevosi a quote mediamente superiori ai 1000 metri. Dal tardo pomeriggio atteso temporaneo miglioramento sull’arco alpino centro orientale in estensione serale all’intero Trentino Alto Adige e Friuli Venezia Giulia. Centro e Sardegna: prima parte della giornata all’insegna della variabilita’ con temporanei addensamenti nuvolosi compatti ai quali saranno associate deboli precipitazioni a carattere sparso, ad eccezione dell’Abruzzo e Sardegna orientale dove saranno meno probabili. Nel corso del pomeriggio aumento della nuvolosita’ con rovesci diffusi che interesseranno in particolar modo Sardegna occidentale, Marche, Abruzzo, settore orientale dell’Umbria e quello appenninico della Toscana. Sud e Sicilia: marcato maltempo al primo mattino sulla Campania con piogge e temporali intensi in temporaneo miglioramento con spostamento dei fenomeni alle altre regioni con particolare riferimento alla Puglia meridionale ed al settore tirrenico di Basilicata, Calabria e Sicilia. Nel pomeriggio nuovo peggioramento sulla Campania che in serata interessera’ anche Molise e Puglia settentrionale. Temperature: minime in decisa diminuzione al nord e sulla Sardegna, che, invece, sara’ piu’ attenuata sulle regioni centrali peninsulari; in marcato aumento al sud; massime in generale diminuzione piu’ marcato al centro ed al nord. Venti: moderati settentrionali al nord con decisi rinforzi su liguria, coste venete e Romagna; da forti a molto forti di maestrale sulla Sardegna; moderati o localmente forti occidentali sulla Sicilia; moderati meridionali sul resto del territorio con rinforzi sulle regioni ioniche. Mari: da molto agitato a localmente grosso il mar di Sardegna; da agitato a molto agitato il canale di Sardegna; in genere molto mossi gli altri mari, localmente agitati Adriatico centro settentrionale, Ligure e Tirreno centrale.