Aglio germogliato: ecco le proprietà benefiche per l’organismo

MeteoWeb

Molto spesso ci capita di acquistare una testa d’aglio e non utilizzarla per un certo periodo, dimenticandoci che inevitabilmente per natura gli spicchi germogliano. Ma in questi casi cosa facciamo? una domanda che ci poniamo frequentemente è quella se è il caso di gettarli via o utilizzarli comunque. Non tutti sanno che, chi getta l’aglio germogliato scarta un alimento dal forte potere curativo.

Il Journal of Agricultural and Food Chemistry, rivista dell’American Chemical Society, ha pubblicato un interessante ricerca in cui elenca tutte le proprietà che possiede l’aglio germogliato. Quando l’aglio comincia il processo di germinazione, attiva un potente potere antiossidante che risulta maggiore rispetto all’aglio normale. Durante la fase di germogliazione l’aglio si arricchisce di nuove proprietà. Si formano alcuni enzimi che hanno la capacità di proteggere la piantina dagli agenti patogeni esterni. Inoltre, questi enzimi  permettono alla pianta di crescere forte e sana, aumentando tra l’altro la capacità antiossidante. Quindi, all’effetto antibiotico e depurativo dell’aglio, si devono aggiungere le capacità antiossidanti, utili per contrastare l’azione dei radicali liberi che causano l’invecchiamento e l’ossidazione cellulare.

I ricercatori di questo studio, hanno affermano che l’estratto dei germogli dell’aglio protegge l’organismo dai danni neuronali e dal rischio di ictus. Per sfruttare i benefici di questo alimento, bisogna considerare importanti aspetti tra i quali:

  • Non acquistare l’aglio germogliato al supermercato: è probabile che la germogliazione sia avvenuta in condizioni non ottimali, quindi saranno sempre più sani gli spicchi d’aglio germogliati a casa. Il miglior modo per assicurarsi che i germogli siano in buono stato è toccarli, se sono avvizziti, leggeri o sottili meglio lasciarli perdere; se sono freschi e hanno un buon odore, potete prenderli.
  • Per consumarli, sarà sufficiente pelarli e tagliarli a metà, nel senso della lunghezza: la base del germoglio al centro dello spicchio, deve avere un bel colore verde, fresco e appetitoso. Se il germoglio ha assunto un colore marrone o scuro, gettatelo via.
  • L’aglio germogliato ha un sapore leggermente più forte: al momento del consumo, è necessario utilizzarlo in minore quantità. Se vi piace il sapore dell’aglio crudo, potete tagliarlo a strisce e aggiungerlo alle vostre insalate.