Botti di Capodanno: i consigli per evitare incidenti e tragedie

MeteoWeb

Le cronache parlano chiaro, raccontando ogni anno storie di feriti nella notte di San Silvestro a causa di petardi e botti di Capodanno. Come preservare l’incolumità delle persone ed evitare incidenti e tragedie? Tutti i prodotti pirotecnici autorizzati devono avere l’etichetta completa con numero di protocollo e data del provvedimento del Ministero dell’Interno che ne autorizza il commercio, la categoria deve essere dichiarata, così come le caratteristiche di costruzione, tra cui il peso netto della massa attiva del prodotto esplodente, ele modalità d’uso espressamente indicate. Occorre fissare con cura il fuoco artificiale a un sostegno prima dell’accensione, controllando che la traiettoria sia libera; ed è consigliabile accendere un fuoco alla volta, evitando che, al momento dell’accensione, ci siano altri fuochi vicini. Attenzione agli abiti indossati: evitate giacconi o maglioni di pile o fibra sintetica, così come gli indumenti acetati (es. tute sportive).

Mai riciclare i botti dell’anno precedente, prestando attenzione agli agenti atmosferici. In particolare, neve e pioggia potrebbero inumidirli, mentre il vento potrebbe disperdere le scintille da accensione della miccia. I fuochi vanno tenuti il più lontano possibile dalle abitazioni, non punrati su finestre o balconi di costruzioni vicine o in direzione di persone. Occorre allontanarsi dopo l’accensione, senza mai toccare un prodotto pirotecnico che non ha funzionato o un fuoco inesploso.

Se un fuoco non si accende subito, non ritentate ma buttatelo via. Mai maneggiare fuochi in prossimità di fiamme libere (es. accendini, sigarette, fiammiferi); mai perdere di vista i bambini, senza farli avvicinare ai botti, con particolare riguardo agli adolescenti compresi tra i 10 e i 14 anni, una fascia d’età tra le più a rischio incidenti. Anche in forma anonima, segnalate alle Forze dell’Ordine eventuali vendite a minorenni o attività illecite o pericolose.