Capodanno: per il cenone sulle tavole piemontesi trionfa il pesce di lago

MeteoWeb

Per il tradizionale cenone di Capodanno il pesce è il grande protagonista delle tavole degli italiani: Coldiretti ImpresaPesca stima un aumento dei consumi del 5% rispetto allo scorso anno. Sulle tavole piemontesi arriva il pesce delle imprese di Coldiretti del Lago Maggiore, secondo lago italiano per superficie, che in questo periodo dell’anno offre la trota di lago, il persico, il lucioperca, il luccio ed il gardon che possono essere declinati in svariate ricette, dal risotto al pesce persico alla trota di lago ripiena, al filetto di persico burro e salvia. “Per quanto riguarda il pesce di lago, tra i più pregiati e richiesti per queste festività ci sono la trota, il persico ed il lucioperca e per non cadere nelle trappole del mercato, in una situazione in cui 3 pesci in vendita su 4 provengono dall’estero, il consiglio è di guardare l’etichetta sul bancone dove deve essere specificato il metodo di produzione, il tipo di attrezzo oggetto della cattura e la zona di cattura o di produzione” spiegano Delia Revelli, presidente di Coldiretti Piemonte, e Bruno Rivarossa, delegato confederale. “Per il pesce congelato c’è l’obbligo di indicare la data di congelamento e, nel caso di prodotti ittici congelati, prima della vendita e successivamente venduti decongelati, la denominazione dell’alimento è accompagnata dalla dicitura ‘decongelato’“.