Capodanno: fenomeno spumante, batte lo champagne 10 a 1

MeteoWeb

Novantacinque milioni di bottiglie per 750 milioni di euro di spesa complessiva, con un impennata di vendite da undici milioni di colli nei tre giorni precedenti il Natale, un picco assoluto da 38 milioni intorno a Capodanno e un ritorno di fiamma da 4 milioni per l’Epifania. Sono in numeri dello spumante italiano durante le festività invernali, un periodo nel quale le bollicine non dovrebbero mai scendere sotto i due milioni di bottiglie vendute al giorno, secondo la stima dell’Ovse, l’Osservatorio vini spumanti effervescenti. Cifre che, secondo l’indagine di fine anno del Centro studi Cna, consegnano al prodotto italiano una vittoria per 10 a 1 contro la concorrenza francese. Meglio anche del 9 a 1 segnato lo scorso anno dallo spumante nel confronto con lo champagne.

Nei primi sei mesi dell’anno le esportazioni di spumanti italiani sono aumentate del 14,6%, segnala ancora la Cna, per un valore superiore ai 572 milioni.