Le cause che determinano la formazione della forfora

MeteoWeb

La forfora è un disturbo causato da uno squilibrio della desquamazione delle cellule del cuoio capelluto dovuto in genere alla presenza di un fungo, Malassezia furfur, presente sul cuoio capellut che si nutre del sebo provocando un ricambio cellulare più veloce. Le cause possono essere anche dovute a diversi fattori che la determinano, fra le quali la dermatite seborroica, motivi climatici (specie in caso di clima freddo e umido), momenti stressanti e uso di cosmetici inadeguati. Ci sono due tipi di forfora, quella grassa e quella secca ed è importante distinguere tra forfora fisiologica, patologica e occasionale. Negli uomini la forfora è più frequente perché il sesso maschile produce maggiori quantità di sebo e per la presenza di testosterone.

Alcuni rimedi naturali utili per contrastare la forfora sono l’olio essenziale di betulla, il tea tree oil, che si possono trovare anche nella composizione di alcuni shampoo. Nei soggetti ansiosi si usa l’Escholtzia californica sotto forma di estratto fluido, che ha proprietà sedative sul sistema nervoso centrale. Anche il  decotto di capelvenereè un ottimo rimedio contro la forfora e la caduta dei capelli: basta fare bollire 100 grammi di foglie essiccate in 1 litro di acqua. Filtrare il tutto e fatelo raffreddare. Il decotto dovrà essere impiegato come sostituto dello shampoo, almeno una volta a settimana.