Salute, fobia da vaccini: è tra i motivi per cui si rinuncia a un viaggio

MeteoWeb

Il dover effettuare vaccini prima di partire per una vacanza o il timore di contrarre qualche malattia pericolosa all’estero sono tra i principali fattori che possono essere determinanti per i turisti italiani al momento di prenotare una destinazione e che spesso fanno scegliere una meta piuttosto che un’altra: il dato è stato rilevato da un sondaggio condotto dal potente motore di ricerca per voli e hotel Jetcost, secondo cui questi motivi possono influenzare molto più delle opinioni negative di amici e conoscenti su un luogo o la pericolosità di un paese. Il team di Jetcost ha condotto l’indagine nell’ambito di uno studio più vasto sulle esperienze di viaggio degli europei durante le vacanze.

In riferimento ai motivi, agli intervistati è stato chiesto quali fossero stati i fattori determinanti nella scelta di eliminare una meta, ed ecco i risultati:

  1. Per viaggiare in quel Paese servono vaccinazioni (59%).
  2. L’aeroporto dista più di 45 minuti dalla mia destinazione (43%).
  3. Il tasso di cambio non è favorevole (37%).
  4. Osservazioni negative o critiche da parte di persone che sono già state in quel luogo (34%).
  5. Allerta sicurezza in quella zona. (30%).

A tutti coloro che hanno affermato di non gradire l’idea di doversi vaccinare per recarsi in un posto e di preferire a quel punto cambiare destinazione, è stato chiesto il perché, e le risposte principali sono state: “Se bisogna vaccinarsi significa che c’è il rischio di contrarre una malattia” (46%),”Non mi va di dovermi vaccinare settimane prima per un viaggio” (32%) e “Ho il terrore di punture e aghi” (20%).