Incendi, Istat: nel 2015 sono stati 5442, in aumento del 67.1% rispetto all’anno precedente

MeteoWeb

L’edizione 2017 dell’Annuario statistico italiano dell’Istat ha rilevato che nel 2015 si sono verificati 5.442 incendi, sviluppati su una superficie pari a 41.510 ettari, di cui 25.867 boscati e 15.643 non boscati, in aumento del 67,1% rispetto al numero degli eventi dell’anno precedente. La superficie forestale media percorsa dal fuoco è stata di 7,6 ettari contro gli 11,1 del 2014 ed i 9,9 del 2013, mentre l’incidenza della superficie boscata sulla totalità della superficie percorsa dal fuoco è del 62,3%, in aumento rispetto allo scorso anno, 47,9%.

Il Sud registra il numero maggiore di incendi, 2.578, il 47,4% degli eventi totali, e anche il 45,9% della superficie totale percorsa dal fuoco. Il Nord-est registra il minor numero di incendi, 273, e ha anche la minor superficie totale interessata, 348 ettari, pari allo 0,8% della superficie nazionale incendiata. A livello regionale le regioni più colpite, considerando il numero di incendi, sono la Campania con 994 eventi e la Calabria con 864, dove si è concentrato il 34,1% del totale degli eventi. In Calabria si sono registrate le maggiori superfici, boscata e totale, percorse dal fuoco, rispettivamente 4.901 e 6.581 ettari, pari al 15,9% del totale della superficie interessata dagli incendi a livello nazionale. La superficie media colpita dagli incendi in questa regione è di 7,6 ettari. La valle d’Aosta, con soli 14 incendi boschivi, rappresenta la regione con il minor numero di eventi. Il Piemonte è la regione con maggiore superficie media percorsa dal fuoco, 16,0 ettari, mentre il Trentino-Alto Adige/Südtirol con la minore, 0,3 ettari. (