Maltempo: cessata allerta in Liguria, “tra gli eventi più importanti osservati negli ultimi anni”

MeteoWeb

Cessata l’allerta meteo che ha interessato la Liguria nelle ultime 48 ore: tutta la regione passa a criticità verde, secondo quanto reso noto da Arpal. La situazione mete e idrologica è migliorata dopo che, a partire dalla serata di ieri, sono transitati importanti picchi di piena nell’imperiese e successivamente livelli prossimi all’esondazione nella tarda sera sull’Entella e nelle prime ore del mattino sul Magra.

La zona che ha registrato maggiori precipitazioni è stata Cabanne nel comune di Rezzoaglio (Ge) con 385 mm su una media annuale di 1797 mm. Le onde di mareggiata hanno superato in alcuni punti anche gli otto metri. Le raffiche di vento più forti sono state registrate ieri alle 16.30 al lago di Giacopiane, nel comune di Borzonasca (Ge) con 165.6 km/h.

I Comuni del Tigullio e del Golfo Paradiso contano i danni della mareggiata e delle piogge e organizzano la rimozione dei detriti lasciate su spiagge, passeggiate a mare e strade. Rilevati danni seri al litorale a Riva Trigoso dove la mareggiata ha eroso la spiaggia e la base del muraglione di difesa della strada delle gallerie Riva-Moneglia.

Gli esperti dell’Agenzia hanno inoltre spiegato che “l’evento meteorologico in esame e’ stato uno tra gli eventi piu’ importanti osservati negli ultimi anni. L’intensita’ della precipitazione mediamente non ha destato particolari preoccupazioni, ma la persistenza dei fenomeni, associata ai quantitativi occorsi, lo ha reso particolarmente gravoso soprattutto sui bacini medio grandi“.

Abbiamo passato 36 ore molto difficili, siamo stati accerchiati da mare e da cielo ma, per fortuna, ci sono stati solo danni materiali, segno che il lavoro svolto in questi anni e’ positivo“: lo ha dichiarato il presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti. “L’emergenza dal punto di vista meteo si è conclusa“. “Domani porteremo in giunta un milione di euro per rinascimenti ai balneari che hanno avuto danni“.

Nel pomeriggio – spiega l’assessore alla Protezione Civile, Giacomo Giampedrone – dovrebbe essere aperta a senso alternato l’Aurelia a Vesima. Ma l’attenzione e’ anche al litorale, che ha avuto seri danni a Vado e a Genova Boccadasse. Ringrazio gli oltre 350 volontari e i 235 sindaci. Abbiamo ottenuto un grande risultato, il nostro sistema ci consente di dare una previsione sempre piu’ precisa con larghissimo anticipo e permette a ogni territorio di prepararsi al meglio“.