Natale sicuro in tavola: i consigli per i diabetici

MeteoWeb

Durante le festività natalizie, le tentatzioni a tavola sono tante. Specie per i diabetici pranzo e cena di Natale e dei giorni di eccessi alimentari, possono rappresentare un pericolo per la salute. Tra i consigli per vivere con serenità questo periodo quello di mangiare negli orari abituali. Mangiare nei soliti orari serve a mantenere stabile il livello di zuccheri nel sangue. Mai saltare i pasti, riducendo, però, la quantità delle porzioni di ogni portata, in modo da assaporare tutti i piatti della tradizione senza nuocere alla glicemia. I diabetici devono bere tanta acqua che aiuta la diuresi, limitando gli alcolici e le bevande zuccherate. Via libera alla verdura, assunta all’inizio e durante il pasto per sentirsi più sazi facilimente e limitare l’assorbimento degli zuccheri.  Attenzione a dolci e frutta secca: meglio non consumarli a fine pasto, quando aumenterebbero eccessivamente il carico glicemico. Da preferire i dolci fatti in casa, soprattutto se preparati con farin integrali.

Da evitare il digiuno prolungato, facendo piccoli spuntini con frutta fresca o cereali integrali, in modo da giungere al pasto successivo senza troppa fame.Occorre, inoltre, misurare spesso la glicemia, prima e dopo i pasti, acquisendo sempre maggiore consapevolezza sui cibi che maggiormente aumentano la glicemia. Attenzione ai metodi di cottura dei cibi, prefendo quella al vapore, al forno e alla griglia; limitate il sale, le carni rosse ed i salumi; condite con olio extravergine d’oliva. E’ consigliabile un po’ di movimento dopo i pasti, tipo una sana passeggiata in compagnia magari degli stessi commensali.

Dormite a sufficienza, in quanto non facendo le giuste ore di sonno, si porta l’organismo a mangiare di più e a preferire cibi grassi e zuccherati. Finiti i giorni di festa, imponetevi di rimettervi subito in riga. Medicinali e insulina, da portar sempre con voi, non vanno mai usati per compensare o tamponare un’alimentazione esagerata o scorretta. In caso di bisogno, non dimenticate di consultare il vostro diabetologo. Infine, ma non per importanza, mangiate lentamente, sedendovi, magari, vicino a parenti ed amici “lumache” . Più tempo si impiega a consumare il proprio pasto, più verrà favorito il senso di sazietà.