Ricerca: l’orologio biologico controlla anche l’evoluzione del cervello

MeteoWeb

Secondo uno studio coordinato dal Southwestern Medical Center dell’università del Texas, l’orologio biologico avrebbe un ruolo rilevante anche nell’evoluzione del cervello: ciò grazie ad un gene chiamato Clock, che presiede molte attività biologiche legate ai ritmi biologici circadiani nell’arco delle 24 ore. Il risultato, pubblicato sulla rivista Genes & Development, consente di comprendere come alcune proteine prodotte dal gene Clock influenzano la funzione cerebrale e i processi attraverso i quali i neuroni trovano il loro giusto posto nel cervello.

Il gene Clock svolge una funzione del tutto inattesa: regola l’attività di geni importanti per l’evoluzione cerebrale, legati ai disturbi cognitivi e che hanno un ruolo nel processo mediante il quale i neuroni nati in alcune zone del cervello raggiungono la loro sede definitiva.