Ennesima rivoluzione di Papa Francesco: “Il Padre Nostro è sbagliato”

MeteoWeb

La famosa e tanto nota preghiera del Padre Nostro potrebbe subire delle modifiche. Lo ha fatto intendere Papa Francesco esprimendo parole schiette che lasciano poco spazio alla fantasia: “Dio che ci induce in tentazione non è una buona traduzione. Anche i francesi hanno cambiato il testo con una traduzione che dice ‘non mi lasci cadere nella tentazione’. Sono io a cadere, non è lui che mi butta nella tentazione per poi vedere come sono caduto, un padre non fa questo, un padre aiuta ad alzarsi subito”.

Il pontefice tiene a ribadire infatti che quello che “induce in tentazione è Satana, non Dio”.

In Francia la preghiera è stata infatti modificata e il passaggio ‘ne nous soumets pas à la tentation’ – ‘non sottometterci alla tentazione’ è stato sostituito con la dicitura ‘ne nous laisse pas entrer en tentation’, ‘non lasciarci entrare in tentazione’, ritenuta corretta.

La frase attuale lasciava supporre che Dio volesse tentare l’essere umano mentre Dio vuole che l’uomo sia un essere libero”, ha commentato il vescovo di Grenoble, monsignor Guy de Kerimel al giornale francese Le Figaro.