Medicina, rendere i virus più letali è pericoloso o può salvare la vita?

MeteoWeb

La ricerca che include la modifica di alcune malattie per renderle più letali sarà nuovamente finanziata dal governo statunitense. Gli scienziati possono usare i cosiddetti studi gain-of-function per capire di quali mutazioni ha bisogno un virus per diventare più letale o per capire come una malattia interagisce con il nostro sistema immunitario.

Ma le preoccupazioni sui protocolli di sicurezza e sulle potenziali pandemie hanno portato la Casa Bianca a vietare il finanziamento di questo tipo di ricerca nel 2014. Se qualcosa andasse male, questa ricerca potrebbe avere conseguenze fatali. Ma i sostenitori affermano che la conoscenza acquisita può salvare la vita.

Quando il divieto è stato attuato, era applicato all’influenza, ma alcuni scienziati hanno sostenuto che fosse troppo ampio. Inizialmente ha sospeso 21 progetti, alcuni dei quali erano collegati alla ricerca sui vaccini. La proroga ha dato al governo il tempo di sviluppare una regolamentazione e ha aggiunto strati di sicurezza.

Ma ne vale la pena? Secondo Marc Lipsitch, epidemiologo dell’Università di Harvard, questi studi “non hanno fatto quasi nulla per migliorare la nostra prontezza per le pandemie, anzi hanno rischiato di creare una pandemia accidentale”. Ma alcuni ricercatori vedono le promesse di questo lavoro. James Paulson, scienziato dello Scripps Institute, ha dichiarato che l’annuncio “è un’ottima notizia per i laboratori interessati a comprendere la minaccia dei patogeni naturali per la popolazione umana”.