Santa Lucia: Siracusa in festa per la sua Santa patrona

MeteoWeb

La Sicilia è una terra ricca di tradizioni che spesso si sposano con la religione e la fede popolare. A Siracusa, Santa Lucia, la protettrice degli “uccioli” (occhi) è festeggiata due volte l’anno: la prima domenica di maggio (Santa Lucia delle Quaglie) ed il 13 dicembre. Santa Lucia delle Quaglie si svolge in ricordo della speciale protezione che la Santa offrì a Siracusa nel 1646 in occasione di una grave carestia. In memoria di quell’ evento, ritenuto dai Siracusani miracoloso. che vide improvvisamente sbarcare al porto alcuni bastimenti carichi di grano, ogni anno nella prima domenica di maggio, a mezzogiorno, il Simulacro di Santa Lucia viene portato fuori dalla Cattedrale e condotto nella chiesa di Santa Lucia alla Badia, situata sempre in piazza Duomo. Molto caratteristico il lancio di colombi viaggiatori, effettuato in onore di Santa Lucia, dalla balconata del giardino Arcivescovile, proprio a ricordo di quel miracoloso evento.

santa lucia siracusaDurante l’ottavario sono spesso presenti pellegrini che vengono da altre località della Sicilia, oltre che da varie parti d’Italia, in cui è particolarmente vivo il culto verso Santa Lucia. La seconda domenica di maggio è l’ultimo giorno di festa, che si conclude con la processione del Simulacro argenteo per le vie di Ortigia e il rientro in Cattedrale. Quella di maggio è una festa più intima per gli abitanti di Ortigia che accolgono con balconi illuminati il passaggio di Santa Lucia per le strette strade del centro storico. Il 13 dicembre, invece, Siracusa è nuovamente in festa per la sua patrona Santa Lucia. La statua viene portata in lenta processione, dal Duomo alla chiesa di Santa Lucia al Sepolcro; il corteo è seguito da una carrozza settecentesca, con personaggi in costume.

La settimana dopo, il corteo compie il percorso inverso e la statua, portata a spalla dai berretti verdi (nomignolo affibbiato ai portatori per il caratteristico colore dei berretti) della confraternita dei falegnami, ritorna nella cattedrale. In questi giorni di festa è usanza preparare piatti tipici, come gli uccioli e la cuccia. I Berretti verdi portano la statua in argento della Santa, uscita dalla bottega palermitana di Pietro Rizzo, sulla fine del Cinquecento,  poggiata sulla cassa in argento,  anch’essa opera attribuita a Nibilio Gagini. In occasione dei festeggiamenti di Santa Lucia, si svolge, come di tradizione dal 1970, la manifestazione Lucia di Svezia e Settimana Svedese, una sorta di gemellaggio fra Siracusa e la Svezia nel nome di Santa Lucia.