Sistema immunitario deficitario: ecco un trattamento per stimolare le difese immunitarie

MeteoWeb

Quest’anno l’influenza sembra essere una delle più minacciose degli ultimi anni, non tanto per la sua aggressività, quanto per la sua maggiore diffusione. Si stima che la nuova stagione influenzale avrà il suo picco proprio a Capodanno. Questo virus invernale è arrivato con un mese di anticipo rispetto alle previsioni e ha già messo a letto quasi 500 mila italiani. Nonostante la vaccinazione possa essere un ottimo presidio contro questo malanno di stagione, di certo non può essere considerata l’unica valida misura preventiva. Le persone più colpite sono sicuramente gli anziani, le donne in dolce attesa, i bambini e i pazienti affetti da qualche patologia, ovvero tutte quelle persone che hanno un sistema immunitario debilitato o non perfettamente efficiente. Una soluzione sarebbe quella di  prendersi cura delle proprie difese immunitarie, infatti un sistema immunitario compromesso comporterà delle conseguenze al nostro fisico e al nostro malessere durante i periodi di convalescenza. Tra i sintomi più frequenti di un sistema immunitario deficitario, vi sono:

  • Mal di gola ricorrente (più volte al mese)
  • Infezioni frequenti (urinarie, all’intestino, orali, ecc.)
  • Astenia
  • Allergie
  • Caduta dei capelli

Questi sintomi, per quanto apparentemente non gravi, non devono essere sottovalutati: meglio correre ai ripari, prima di essere colpiti da qualche infezione più seria e più difficile da curare! Esiste un modo molto semplice, diretto ed efficace per ripristinare le difese immunitarie, stimolandole con la micoterapia, ovvero il trattamento a base di funghi medicinali. Questi funghi sono in grado di attirare le sostanze tossiche e favorirne l’eliminazione, ripristinando l’equilibrio corporeo. Questo tipo di terapia è molto utilizzata in Oriente ed esiste una lunghissima tradizione che ne sfrutta le proprietà. In particolare, il Reishi, o Ganoderma Lucidum, è un fungo medicinale con numerose proprietà, tra le quali abbiamo:

  • Assorbe sostanze tossiche, attivando il sistema immunitario;
  • Ripristina le funzionalità del fegato;
  • Favorisce l’eliminazione di tossine;
  • Stimola l’ossigenazione del cuore;
  • Mitiga la sintomatologia di asma e bronchite cronica;
  • Riduce lo stress e migliora le attività cerebrali.

Proprio per le sue proprietà, in Oriente il Reishi ha assunto il nome di fungo dell’immortalità. Infatti, oltre a queste proprietà sembra che i suoi principi attivi riescano ad abbassare colesterolo e pressione arteriosa, e regolare ritmo cardiaco e livelli di glicemia (in associazione a un corretto stile di vita).