Smog: dopo brevi esposizioni più rischi di morte per gli anziani

MeteoWeb

La qualità dell’aria si conferma un elemento davvero prezioso per la salute. Secondo un nuovo studio statunitense, infatti, anche un’esposizione a breve termine a un’aria al di sotto degli standard di qualità è associata a un aumento del rischio di morte negli anziani. La ricerca, condotta dal team di Joel D. Schwartz della Harvard Chan School of Public Health di Boston, è pubblicata su ‘Jama’.
Il gruppo ha analizzato 22 milioni di over 65 americani assicurati con il programma Medicare, valutando l’impatto della qualità dell’aria e i livelli di ozono sulla salute. Ebbene, l’aumento giornaliero nel particolato e nei livelli di ozono è risultato associato a un aumento del rischio di morte nella popolazione esaminata. Secondo i ricercatori, si tratta di un elemento che richiede un ulteriore approfondimento.