Terremoti, sequenza sismica nel Canale tra Sicilia e Malta: 14 scosse dall’8 dicembre, nell’area “un sistema di faglie molto complesso e poco conosciuto”

MeteoWeb

E’ in atto nel Canale di Sicilia una sequenza sismica attivatasi l’8 dicembre dalla scossa di magnitudo 2.6 rilevata al largo di Ragusa: lo ha spiegato all’ANSA Eugenio Privitera, direttore dell’Osservatorio Etneo dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia. Dall’8 dicembre si sono registrate 14 scosse: 10 di magnitudo superiore a 2 e quattro di magnitudo superiore a 3, tra cui i terremoti di magnitudo 3.9 e 3.7 rilevati alle ore 02:13 e alle 02:59 di oggi.

L’area del Canale di Sicilia è molto vasta e c’è un sistema di faglie molto complesso e poco conosciuto, generato dalla spinta della placca africana contro quella euroasiatica,” ha spiegato l’esperto INGV. In questo sistema ci sono due faglie che potrebbero essere collegate alla sequenza sismica in atto: la faglia di Scicli e quella di Capo Passero ma “ancora non è chiaro quale delle due sia legata a questi terremoti“.

L’evoluzione della sequenza è incerta e quindi “non possiamo escludere che si verifichino altre scosse“.