Terremoto Centro Italia: proseguono i lavori per la realizzazione delle Sae, consegnate 1.871 casette

MeteoWeb

Proseguono i lavori per la realizzazione delle Sae – Soluzioni Abitative di Emergenza – nei territori colpiti dal terremoto.

Ad oggi, sono stati completati i lavori in 95 aree e sono state consegnate ai sindaci 1.871 casette, di cui 687 nel Lazio (488 ad Amatrice, 199 ad Accumoli), 424 in Umbria (Cascia, Norcia e Preci), 675 nelle Marche (ad Amandola, Arquata del Tronto, Castelsantangelo sul Nera, Cessapalombo, Fiastra, Gualdo, Monte Cavallo, Muccia, Pieve Torina, San Severino, San Ginesio e Visso) e 85 in Abruzzo (a Tossicia e Torricella Sicura).

Secondo i dati forniti dalle quattro Regioni colpite, al 28 novembre, sono complessivamente 3.666 le Sae ordinate per i 50 comuni che ne hanno fatto richiesta. In particolare, la regione Abruzzo ha ordinato 238 Sae da installare tra i tredici Comuni interessati; nella regione Lazio sono 826 gli ordinativi per i sei Comuni più colpiti dai terremoti; la regione Umbria ha richiesto 759 soluzioni abitative di emergenza per tre Comuni: Norcia, Preci e Cascia.
Infine, la regione Marche ha ordinato 1.843 soluzioni abitative di emergenza per i ventotto Comuni che ne hanno segnalato l’esigenza alle quali, il 29 novembre, ha aggiunto un ulteriore fabbisogno di 122 Sae. Attualmente sono in corso lavori in 104 aree.