Prodotti gastronomici online: avanti c’è business

MeteoWeb

Sono sempre di più coloro i quali acquistano su Internet, dove la concorrenza consente di reperire prezzi più vantaggiosi per qualsiasi tipologia merceologica. Allo stesso tempo, sono sempre di più coloro i quali decidono di addentrarsi nel commercio elettronico, un settore redditizio per chi ci sa davvero fare.

Tra i settori in crescita c’è senza dubbio quello dei prodotti gastronomici. Da tempo ci sono case vinicole che distribuiscono i propri vini anche tramite il Web, ma c’è molto di più. Oltre a vini e distillati, ormai si commerciano online prodotti ad alta deperibilità: pane, latticini freschi, olio, conserve e tanto altro ancora. In Rete c’è chi fa ormai anche la spesa quotidiana, grazie ai servizi offerti da alcune catene di supermercati e altri distributori nativi digitali.

Chi produce, fornisce e commercia prodotti enogastronomici non può ormai prescindere dalla Rete, che rappresenta un canale di vendita per certi versi preferenziale. Chi cerca cibo di alta qualità non reperibile dalle proprie parti, infatti, è quasi sempre disposto ad acquistare “per corrispondenza”, come si diceva un tempo. Su Internet ci sono ormai tantissimi portali specializzati nella vendita di prodotti enogastronomici di ogni genere, spesso legati ad un determinato territorio, come i prodotti gastronomici di Sapori dei Sassi. Stiamo parlando di quelli noti solitamente come “prodotti tipici”, che si possono degustare nelle sagre di paese e in altre occasioni mondane.

Nuovi modelli di vendita

Spesso a mettere in vendita i prodotti sono i produttori diretti, altri volte, invece, vi è un fornitore che serve appunto diversi store online. In altri casi, invece, dietro un negozio virtuale può esserci il modello di dropshipping, ossia una tipologia di vendita nella quale il venditore fa solamente da tramite tra il fornitore e l’acquirente. il venditore, in sostanza, acquisisce solo il margine che riesce ad aggiungere al prezzo praticato dal produttore e non è responsabile del processo di gestione del magazzino e delle consegne. Si tratta di una modalità di compravendita che sta avendo molto successo, poiché consente anche a chi non dispone di un budget iniziale per aprire un e-commerce, di avviarsi comunque nel commercio elettronico.

Comunque sia, dicevamo, il segreto è quello di individuare il settore giusto. Per questo motivo, il consiglio è quello di effettuare qualche ricerca e verificare quanti e quali siano gli store che operano in un determinato ambito. Nel caso dei prodotti gastronomici, ad esempio, potrebbe essere rischioso andare ad intasare ulteriormente un settore già saturo nel quale l’offerta supera abbondantemente la domanda. A meno che, ribadiamo, non si propongano prodotti unici e introvabili in qualunque altro posto. Con i servizi di trova prezzi, ad esempio, è possibile rendersi conto quanti eShop propongano un determinato prodotto e capire se ci siano margini di guadagno anche per noi. Quel che è certo, comunque, è che non si può prescindere da Internet se si vuole fare commercio di cibi di alta qualità.