Rinnovabili: l’Ucraina inaugura una centrale solare vicino al sarcofago di Chernobyl

MeteoWeb

L’Ucraina inaugurerà una centrale elettrica solare nella zona contaminata dalla catastrofe nucleare di Chernobyl, un centinaio di metri dal nuovo “sarcofago” della centrale esplosa nel 1986: composta da 3.800 pannelli fotovoltaici installati su 1,6 ettari, eroga al momento una potenza simbolica di solo un megawatt e sopperisce alle necessità di circa 2.000 famiglie, ha reso noto il direttore della società ucraino-tedesca Solar Chenobyl, che ha realizzato il progetto.

La centrale è costata un milione di euro e dovrebbe distribuire i primi profitti nel giro di sette anni.