Allerta Meteo, il Burian si intensifica: attenzione a Martedì 27 e Mercoledì 28, ulteriore calo termico e tanta altra NEVE in arrivo [DETTAGLI]

MeteoWeb

Allerta Meteo – L’Italia sta vivendo una notte di gelo incredibile sulle Regioni centro/settentrionali a causa del Burian proveniente dalla Siberia, soprattutto al Centro Italia dove la neve caduta copiosa nelle scorse ore ha innescato l’effetto albedo che sta facendo crollare le temperature molto più rapidamente rispetto alle aree in cui il suolo non è innevato. Alle 23:00 della notte abbiamo addirittura -11°C ad Amatrice, -10°C ad Acquapendente, -9°C ad Avezzano, -8°C a Rocca Priora, Valentano, Gualdo Tadino e San Lorenzo Nuovo, -7°C a Siena, L’Aquila, Arezzo, Campobasso, Orvieto e Chianciano Terme, -6°C a Viterbo, Grosseto, Bolsena e Cingoli, -5°C a Castiglione del Lago e Ariccia, -4°C a Frosinone, Livorno, Prato, Tivoli, Chieti, Monterotondo e Filottrano, -3°C a Roma, Firenze, Ancona, Guidonia, Pomezia, Tarquinia, Porto Sant’Elpidio e Priverno, -2°C a Pisa, Pescara, Lucca, Anzio, San Benedetto del Tronto e Vasto.

Le temperature sull’Italia ad 850hPa durante la notte

Continua a nevicare nelle Regioni Adriatiche, soprattutto nelle Marche in modo copioso fin sulle coste, e le temperature diminuiranno ulteriormente nella notte toccando all’alba di Martedì 27 Febbraio temperature glaciali in molte località, in quasi tutt’Italia ad eccezione dell’estremo Sud con Messina ferma a +9°C, Reggio Calabria, Siracusa e Agrigento a +8°C, Palermo, Cagliari e Crotone a +7°C, Catania e Trapani a +6°C, Sassari, Catanzaro, Oristano e Alghero a +5°C, Cosenza e Ragusa a +4°C.

Allerta Meteo Martedì 27 Febbraio

Le precipitazioni previste per la tarda mattinata di Martedì 27 Febbraio

Il Burian continuerà ad intensificarsi nelle prossime ore. Le temperature diminuiranno ulteriormente in tutto il Paese, raggiungendo valori davvero glaciali. Ma non cesserà il maltempo. Nella giornata di Martedì 27 Febbraio continuerà a nevicare in varie zone del Paese. Nevicherà per tutto il giorno tra Romagna, Marche, Abruzzo e Molise, lungo tutta la costa da Chioggia a Vieste, localmente in modo abbondante nella fascia compresa tra Cesena e Ancona. Neve anche in Sardegna, fino a Olbia, Tempio Pausania, Nuoro e sulle coste nord e centro/orientali della Regione, lungo la fascia tirrenica sarda.

Le precipitazioni previste per il pomeriggio di Martedì 27 Febbraio

Attenzione, però, al Centro/Sud: i fenomeni più rilevanti colpiranno Campania centro/meridionale, Basilicata, Calabria settentrionale e Puglia centro/meridionale, in modo particolare tra la tarda mattinata e la serata. Sarà, quindi, un pomeriggio di maltempo al Centro/Sud, dove la neve cadrà copiosa fino a bassa quota sui rilievi appenninici. Potrebbe nevicare di nuovo a Napoli e Bari, ma soprattutto nelle zone interne oltre i 200/300 metri tra Campania meridionale, Basilicata e Murge tarantine e baresi, con accumuli abbondanti fino a Matera. Tanta pioggia con qualche temporale su Basilicata Jonica, Taranto e Salento. A Taranto non è da escludere qualche rovescio di grandine, neve tonda o addirittura una veloce fioccata nevosa. Niente freddo, invece, nelle zone joniche più meridionali, tra Sud Calabria e Sicilia: a Siracusa e Catania farà ancora più caldo di oggi, con temperature di +17/+18°C.

Allerta Meteo Mercoledì 28 Febbraio

Le temperature sull’Italia ad 850hPa all’alba di Mercoledì 28 Febbraio

Nell’ultimo giorno del mese, Mercoledì 28 Febbraio, avremo ancora temperature molto basse con un’alba glaciale in tutt’Italia. Addirittura nelle Regioni adriatiche e al Sud farà ancora più freddo rispetto ai giorni precedenti, con estese gelate anche sulle coste di Puglia, Basilicata e Calabria settentrionale. Nel corso della giornata continuerà a nevicare sulle Regioni Adriatiche centro/meridionali, soprattutto Molise e Puglia, imbiancando Bari e Brindisi e in modo abbondante l’area del Gargano.

Le temperature sull’Italia ad 850hPa al tramonto di Mercoledì 28 Febbraio

Nel corso della giornata le temperature aumenteranno sensibilmente soprattutto sulle due isole maggiori e in modo particolare in Sardegna. Resterà freddo anche nel resto d’Italia, e avanzerà un’area perturbata carica di precipitazioni verso il Nord/Ovest con forti nevicate a partire dal pomeriggio, in intensificazione nella serata, su Piemonte e Liguria fin sulle coste soprattutto sulla Riviera di Ponente, fino a Imperia e Savona. E sarà l’inizio di un nuovo brusco peggioramento che nei primi due giorni di Marzo, Giovedì 1 e Venerdì 2, farà “esplodere” la Primavera con oltre +20°C al Sud, mentre al Centro/Nord avremo una grande nevicata seguita da un pesantissimo episodio di gelicidio tra Toscana, Umbria, Marche, Emilia Romagna, Piemonte, Liguria, Lombardia, Veneto, Trentino Alto Adige e Friuli Venezia Giulia. E di questo parleremo in modo molto più approfondito nei prossimi aggiornamenti.

Intanto ecco le pagine utili per seguire la situazione meteo in tempo reale: