Caffeina e Sport

MeteoWeb

Lo sapevi? L’alcaloide in esso presente, la caffeina, ha la capacità di stimolare il nostro organismo. Garantendoci performance migliori e anche un recupero fisico più veloce dopo l’allenamento. Vuoi saperne di più? Leggi il nostro articolo.

Caffeina e Sport

La nostra amata tazzina di caffè, e nello specifico la sostanza organica in essa contenuta, la caffeina, è da sempre oggetto di studi approfonditi in tutto il mondo, volti a scoprirne e focalizzarne le proprietà e gli effetti sul nostro organismo. Le moderne tecnologie e le continue ricerche hanno ormai permesso di scoprire il modo in cui questa molecola complessa influisce sul nostro cervello, sul ritmo sonno-veglia e anche sui nostri meccanismi fisiologici.

Abbiamo citato il caffè, ma è bene ricordare che la caffeina è presente anche in diversi altri cibi e bevande: la ritroviamo nel cacao, nella cola e nel tè per esempio, senza dimenticare i tanti e diversi drink energetici e integratori ormai presenti sul mercato.

Energetici, ecco il punto cruciale: è stato dimostrato che questo alcaloide oltre a mantenerci attivi e svegli a livello mentale svolge anche un’azione simile a quella di un carburante se assunta in concomitanza di un qualsiasi tipo di attività sportiva. Che sia la corsa, un allenamento di calcio, calcetto, di pallavolo o ancora una seduta in sala pesi, questa molecola riduce il senso di fatica garantendo una migliore e prolungata efficienza muscolare.

Ma c’è di più: i benefici non sono relativi solo all’assunzione prima dell’attività sportiva. Diversi sono infatti i giovamenti riscontrati in chi la caffeina la ingerisce dopo aver praticato sport. Vediamo tutto nel dettaglio.

Caffeina prima dell’allenamento

Cosa succede al nostro copro se assumiamo caffeina prima di un qualsiasi sforzo fisico? Quante ore prima dell’allenamento bisogna bere caffè? Gli esperti sostengono che per godere appieno di tutte le proprietà di questo alcaloide il momento migliore per sorseggiare una buona tazzina è compreso fra i 90 e i 120 minuti che procedono l’attività fisica.

Che sia quella preparata con la moka, con una macchina a cialde, con una delle tantissime monodose in commercio fra cui per esempio le capsule compatibili Nespresso, una tazzina di buon caffè prima di iniziare l’allenamento aumenta il flusso sanguigno e anche la resistenza, diminuendo la percezione della fatica.

In più, questa preziosa bevanda è utile anche per chi vuole perdere peso: è stato infatti dimostrato che l’alcaloide in essa contenuto è in grado di sciogliere gli accumuli di grasso localizzati nel corpo, (sì, anche quelli di cosce, fianchi e glutei, per esempio) liberandoli e utilizzandoli come fonte di energia durante lo sforzo.

Bere caffè dopo l’allenamento

Cosa succede se, invece, questa tazzina profumata e bollente la gustiamo dopo aver fatto sport? Aiutiamo i muscoli a reintegrare glicogeno, riserva di carboidrati e prima fonte di energia dei nostri tessuti, favorendo in questo modo un recupero completo e migliore.

Inoltre, non dimentichiamo che il caro espresso non contiene solo caffeina: è una fonte di antiossidanti, vitamine e sali minerali, elementi indispensabili per il benessere di tutto il nostro organismo.

Caffè e bodybuilding

Tutte le proprietà e gli effetti benefici della caffeina che abbiamo visto fino ad ora possono essere sfruttati anche da chi pratica bodybuilding. Il culturismo, equivalente italiano del termine anglosassone, è un tipo di allenamento che ha come scopo la definizione corporea e il conseguente aumento della massa muscolare tramite il sollevamento di pesi.

Caffeina prima dell’allenamento

Grazie al contributo della caffeina l’atleta è in grado di sollevare più pesi più a lungo, avvertendo di meno la fatica e lavorando al meglio. E non dimentichiamo l’aspetto mentale: questa disciplina richiede anche una grande concentrazione per evitare posture e movimenti sbagliati, dannosi e anche pericolosi per il nostro corpo. E quale modo migliore di recuperare e mantenere alto il livello di attenzione, se non con una tazzina di espresso?

Assumere caffeina: i consigli

Adesso sai quanto la caffeina possa rivelarsi un valido aiuto nello svolgimento di tutte le attività sportive. Sia che venga assunta tramite una tazzina di caffè, esempio da noi portato in questo articolo, sia sotto forma di altra bevanda o integratore, questo alcaloide diventa un vero carburante per il nostro corpo.

La raccomandazione più grande, però, è quella di non abusarne mai. In linea generale, considerando una persona adulta in buona salute, la dose giornaliera di caffeina consigliata non deve mai superare i 300 mg. L’equivalente di 3 tazzine di caffè espresso. Distribuisci quindi le tue pause caffè in base all’allenamento, la seduta in palestra non deve diventare la scusa per un espresso in più.

La formula “più caffeina assumi meglio è” non funziona. Anzi. È totalmente infondata e sbagliata, nonché pericolosa. Abusando di questa sostanza gli effetti indesiderati sono dietro l’angolo, anche nel caso tu sia una persona in perfetta forma fisica e in salute.

Una raccomandazione in più è dedicata a chi soffre di determinate patologie o di chi, per esempio, si allena e quindi vorrebbe assumere caffè la sera. Ansia, tachicardia, insonnia, disturbi gastrici, nausea e mal di testa sono solo alcune delle conseguenze dovute a un sovradosaggio di questo alcaloide.

In conclusione, tieni presente questi consigli e rivolgiti sempre al tuo medico di fiducia. Chiedi il suo parere, sarà in grado di consigliarti al meglio e dirti qual è il modo migliore per te di sfruttare le proprietà benefiche della caffeina. Anche associandola a del sano sport.