Informazione, Agcom: gli italiani si informano attraverso fonti “algoritmiche”, il 2017 l’anno delle fake news

MeteoWeb

La stragrande maggioranza della popolazione italiana accede ai mezzi di comunicazione anche al fine di informarsi e oltre l’80% dei cittadini accede all’Informazione regolarmente, ossia tutti i giorni: lo rileva il rapporto Agcom sul consumo di Informazione, presentato oggi a Roma.

In Italia circa il 95% della popolazione si informa attivamente su almeno un mezzo di comunicazione tra Tv, radio, quotidiani (cartacei e digitali) e Internet: la quasi totalita degli italiani ricerca, o anche soltanto accede a, notizie su cio’ che succede in Italia, nella realta’ locale in cui vive (regione, provincia o comune), oppure notizie che travalicano i confini nazionali.

Secondo il rapporto il 2017 e’ stato “l’anno dell’emergere di fenomeni patologici quali quello delle cosiddette ‘fake news’, e piu in generale della disinformazione veicolata sempre piu’ spesso attraverso le nuove piattaforme online“.

L’affermazione delle piattaforme online “ha portato a dinamiche proprie della rete sostanziandosi in un processo di disaggregazione e disintermediazione dell’offerta informativa tradizionale e di successiva riaggregazione e reintermediazione da parte delle piattaforme stesse (social network e motori di ricerca)“. “Le piattaforme digitali fungono da intermediari per l’accesso all’Informazione online da parte dell’individuo, accesso che molto spesso e’ frutto anche dell’incidentalita’ e casualita’ della scoperta delle notizie da parte dello stesso cittadino, che peraltro rischia di non avere piena consapevolezza circa la natura e la provenienza dell’Informazione“.

Gli italiani accedono all’Informazione online prevalentemente attraverso le fonti ‘algoritmiche’, cioè social network e motori di ricerca, consultate dal 54,5% della popolazione, mentre si registra una minore fruizione delle fonti editoriali, come siti web e applicazioni di editori tradizionali e nativi digitali. Spicca la rilevanza accordata a motori di ricerca e social network, che rappresentano rispettivamente la terza e la quarta fonte informativa più volte reputata come la piu’ importante per informarsi, considerando la totalita’ dei mezzi di comunicazione, sia classici che online.

Facebook rappresenta il principale social network in Italia anche per informarsi, utilizzato a questo scopo dal 30% dei cittadini, mentre Instagram (utilizzato a fini informativi dal 6% degli utenti italiani) è stata recentemente scoperta anche da personaggi politici e giornalisti, tanto da superare Twitter nella consuetudine informativa online degli italiani.