San Valentino: i principali festeggiamenti nel mondo

MeteoWeb

San Valentino che vai, usanza che trovi… questo dovrebbe essere il proverbio rivisitato nel giorno degli innamorati. Ma quali sono i principali festeggiamenti nel mondo? Negli Stati Uniti è un giorno speciale non solo per le coppie di innamorati. Il 14 febbraio si celebrano i legami affettivi in toto. I bambini preparano bigliettini da scambiare tra loro o da regalare a genitori e maestre, mentre i più piccoli si cimentano in recite e spettacoli. Ci si scambia mUffin e candele, accompagnati da cartoline di ringraziamento e, nell’era web, e-card. In Giappone sono le donne a regalare ai rispettivi innamorati cioccolatini, preparati e confezionati a mano. In particolare l’honmei choco è donato solo al ragazzo di cui si è innamorate, mentre il Giri choco ad amici e colleghi, in segno di amicizia e riconoscenza.

In Cina San Valentino si festeggia agli inizi di agosto con Festival Qixi, ispirato ad una leggenda secondo cui la fata Zhinu si innamorò di un giovane contadino, Niulang, e decisero di sposarsi. Fu allora che la dea del cielo e madre della fata, decise di creare la Via Lattea per separare i due amanti che possono vedersi solo una volta l’anno, proprio nel Festival Qixi, in cui i cinesi offrono frutta in onore della fata, auspicandosi di trovare l’amore.

In Ungheria ragazzi e ragazze nel giorno di San Valentino si recano nei boschi a raccogliere bucaneve; in Galles vengono regalati cucchiai di legno intagliati , mentre in Danimarca sono le donne a chiedere la mano dei loro innamorati. In Romania, invece, la festa degli innamorati si chiama Dragobete e cade il 24 febbraio. Nella mitologia rumena Dragobete è il figlio di Baba Dochia che rappresenta, a sua volta, l’impazienza degli uomini nell’attesa dell’arrivo della primavera.