Acido citrico: ecco i suoi infiniti usi domestici

MeteoWeb

L’acido citrico è un alleato dell’igiene della casa, facendola brillare e detergendola naturalmente. Scopriamo i suoi infiniti usi domestici L’acido citrico, contenuto negli agrumi (es. limone) è, come noto, un acido debole, ossia una sostanza acdia a basse concentrazioni non nocive per l’uomo. Si tratta di un alleato delle pulizie domestiche. Come utilizzarlo? Può essere impiegato come ammorbidente per bucato (è sufficiente versare in una bottiglia di plastica 50 grammi di acido citrico, diluendoli con 500 ml d’acqua, e agitare bene il flacone, per poi prelevare 100 ml di miscela da inserire direttamente nella vaschetta al posto del vostro ammorbidente). In alternativa, potete utilizzarlo come brillantante per lacastoviglie, preparando una soluzione con 150 grammi di acido citrico e 1 litro d’acqua, versando il liquido ottenuto nella vaschetta del brillantante per stoviglie scintillanti. Per liberare gli scarichi ostruiti: 30 grammi di acido citrico e 200 ml d’acqua, versando la miscela nello scarico, dopo aver buttato in esso 100 grammi di bicarbonato di sodio.

Per vetri e specchi splendenti: 1 cucchiaino di acido citrico e uno di detersivo per piatti in un litro d’acqua. Versate la miscela in un contenitore spray, agitando bene prima dell’uso. Se volete ottenere un ottimo detergente per pavimenti: in ¼ di secchio con acqua calda, mettete 1 cucchiaino di acido citrico e procedete al lavaggio del pavimento, con un panno in microfibra ben strizzato. Non occorre risciaquare. L’acido citrico può essere inoltre impiegato per rinfrescare e igienizzare i divani in tessuto non sfoderabili e il materasso. 700 ml d’acqua e 200 grammi di acido ccitrico saranno sufficienti a cancellare le macchie. La stessa miscela viene usata per rinfrescare la cuccia degli animali.

Esso è ottimo come anticalcare per ferro da stiro e moka. Per il ferro da stiro: diluite mezzo cucchiaio di acido citrico in un bicchiere d’acqua demineralizzata, mettendo la miscela direttamente nel serbatoio del ferro, riempendolo fino a ¼ circa. Accendete, fate correre il vapore. L’operazione va effettuata una volta al mese. Per la moka: diluite 1 cucchiao di acido citrico nell’acqua del serbatoio e preparare il caffè che verrè buttato. L’operazione va effettuata ogni 15 giorni.