Battiston (ASI): “La sfida è di uno spazio in cui privato e pubblico lavorino assieme”

MeteoWeb

Spazio e cielo sono sempre stati presenti nella cultura e nella storia dell’arte. Oggi, però, parliamo di futuro. Spazio è infatti sinonimo di ricerca, ma anche di economia. E il campo del progresso coinvolge fisica, chimica, tecnologia, informazione, storia, biotecnologia”. Queste le parole del Presidente dell’Agenzia Spaziale Italiana Roberto Battiston durante il suo intervento in occasione dell’inaugurazione dell’anno accademico 2017-2018 dell’Università di Perugia, 710° dalla Fondazione dello Studium Generale.

La sfida – ha concluso – è di uno spazio in cui privato e pubblico lavorino assieme, in uno spazio condiviso”.

Ha preso parte alla cerimonia anche l’astronauta ESA Samantha Cristoforetti, protagonista della missione Futura dell’Agenzia Spaziale Italiana, che ha raccontato agli studenti qual è stato il percorso di formazione  da lei scelto, le sue esperienze e l’importanza che gli studi scientifici hanno avuto nella sua vita.

Proprio nei giorni scorsi è stato siglato l’accordo quadro tra l’Agenzia Spaziale Italiana e l’Università di Perugia: una collaborazione della durata di cinque anni, in attività e progetti nel campo dell’Osservazione dell’universo e dell’ingegneria spaziale, tra cui la realizzazione e il lancio di un piccolo satellite per le telecomunicazioni, costruito dagli studenti dell’Ateneo.