Cibo sull’aereo: informazioni utili per capire cosa viene servito durante il volo

MeteoWeb

Il momento in cui viene servito il cibo in aereo è forse il più atteso, sia dai grandi che dai bambini. In molti preferiscono portarsi degli snack o prepararsi un panino per affrontare un viaggio in aereo, evitando di mangiare quello che ci viene offerto dalla compagnia. Lo chef Gordon Ramsay, che per anni ha fatto da consulente gastronomico ad un’importante compagnia aerea, ha rivelato che non mangerebbe mai in volo per nessun motivo, e vi spieghiamo il perché.

Egli stesso, afferma che il cibo servito in aereo passa molto tempo in grandi magazzini fino al momento in cui viene trasportato in aereo. Inoltre, la maggior parte dei pasti vengono pre-cotti a terra, in genere fino a 12 ore prima dell’orario di partenza del volo, dopo di che vengono congelati e conservati. A seconda della lunghezza del volo (e degli eventuali ritardi), il cibo può rimanere refrigerato a bordo per altre 12 ore, prima che il personale di volo accenda finalmente i forni per riscaldarlo e servirlo. I pasti in volo sono sempre sovraccarichi di sale e pepe, proprio perché ad alte quote anche la nostra percezione sensoriale cambia. Anche il contenuto di zuccheri aggiunti è abbondante perché ad elevate altitudini si perde la capacità di assaporare lo zucchero, il che spinge le aziende che preparano i pasti ad aggiungerne dosi supplementari nel cibo in aereo, trasformando così le porzioni in vere e proprie bombe caloriche.Secondo uno studio, il professor Charles Spencer dell’Università di Ozford ha scoperto che durante un volo a lungo raggio si consumino una media di 3.400 calorie, pari a sei Big Mac. Per concludere, oltre al cibo nemmeno le bevande sono affidabili. Come racconta Jennie Jordan, un assistente di volo, negli ultimi anni i membri dell’equipaggio sono stati ossessionati dal fatto che i serbatoi dell’acqua sugli aerei non vengano mai puliti. Quando quest’acqua viene poi riscaldata per la preparazione di tè o caffè, essendo in alta quota l’acqua non bolle ad una temperatura elevata, per cui non si riuscirà mai a servire un buon tè (o caffè) in volo.