ESRIN Open Days 2018: gettate le basi per i futuri scienziati ed ingegneri

MeteoWeb

I giovani scienziati in erba, provenienti da diverse regioni italiane, hanno avuto il privilegio di visitare il centro ESA per l’Osservazione della Terra, l’ESRIN di Frascati (Roma). Oltre 1.500 studenti delle scuole elementari e medie hanno partecipato alle giornate ESRIN Open Days che hanno avuto luogo dal 12 al 16 marzo.

Un annuale appuntamento, questa attività di comunicazione rivolta alle scuole ha due obiettivi principali: promuovere l’ESA in tutta Italia ed alimentare nei giovani studenti l’interesse per Scienza, Tecnologia, Ingegneria e Matematica, le cosiddette materie STEM.

Gli studenti ed i loro insegnanti hanno potuto prendere parte ad attività pratiche sviluppate dall’Ufficio Formazione dell’ESA (Education Office) e dal Programma ESA Sviluppo di Vega-C insieme alla rappresentante italiana della British Interplanetary Society, BIS Italia.

Con l’aiuto di comunicatori scientifici motivati e ben preparati, i giovani partecipanti hanno appreso nozioni sul cambiamento climatico, sull’effetto serra, l’acidificazione degli oceani e su come i dati da satellite vengono utilizzati dagli scienziati per monitorare la salute del pianeta Terra. Hanno inoltre appreso informazioni su Vega, il piccolo lanciatore europeo, e costruito il loro proprio razzo! Hanno testato diversi materiali ed imparato a conoscerne le proprietà intrinseche, per comprendere perché alcuni materiali piuttosto che altri vengono utilizzati per costruire i veicoli spaziali.

Sono stati inoltre esplorati i concetti base della programmazione, con l’aiuto dei rover Lego Mindstorms, ed i giovani volti si sono rallegrati quando gli studenti sono riusciti a far si che il rover percepisse la presenza di un oggetto, a fermarlo e prenderlo! Il meteo favorevole ha inoltre permesso ai colleghi della BIS Italia di eseguire degli spettacolari lanci, mandando i ragazzi a casa sorridenti e con occhi sognanti.