L’insonnia può essere ereditaria e collegata a disturbi come depressione e diabete di tipo 2, secondo un nuovo studio

MeteoWeb

I ricercatori hanno identificato geni specifici che potrebbero innescare lo sviluppo di disturbi del sonno ed hanno anche dimostrato un collegamento genetico tra insonnia e problemi psichiatrici, come la depressione, o condizioni fisiche, come il diabete di tipo 2. Lo studio nella rivista Molecular Psychiatry è stato condotto da Murray Stein dell’University of California San Diego e del VA San Diego Healthcare System.

Gli effetti dell’insonnia sulla salute di una persona possono essere debilitanti. L’insonnia cronica è accompagnata da problemi di salute a lungo termine, come malattie cardiache e diabete di tipo 2, così come malattie mentali, come il disturbo da stress post-traumatico e il suicidio. In passato studi gemelli hanno dimostrato che vari tratti legati al sonno, inclusa l’insonnia, sono ereditari. Sulla base di questi risultati, i ricercatori hanno iniziato ad analizzare le varianti genetiche specifiche coinvolte.

Stein dichiara che studi come questo sono importanti per sviluppare nuove cure, considerando la vasta gamma di ragioni per le quali le persone soffrono di insonnia e i diversi sintomi e le varietà dei disturbi del sonno che possono essere vissuti. In questo studio il team di Stein ha condotto studi di associazione multipla (genome-wide), che hanno confermato che l’insonnia ha in parte una base ereditaria. I ricercatori hanno anche scoperto un forte collegamento genetico tra l’insonnia e il diabete di tipo 2. Tra i partecipanti di origine europea, c’era un ulteriore legame tra insonnia e depressione maggiore.

Stein ha spiegato che “la correlazione genetica tra insonnia e altri disturbi psichiatrici, come la depressione maggiore, e disturbi fisici, come il diabete di tipo 2, suggerisce una diatesi genetica condivisa per questi fenotipi”, aggiungendo che questi risultati rafforzano simili conclusioni ottenute da precedenti studi gemelli e di associazione multipla.