Pasqua in Emilia-Romagna: si festeggia con gli sci e all’insegna della cultura

MeteoWeb

Le località invernali dell’Emilia-Romagna sono ancora imbiancate, e di conseguenza in vista del weekend di Pasqua, sarà possibile festeggiare con gli sci ai piedi. Grande protagonista tra l’1 e il 2 aprile sarà il Cimone, nel Modenese, che vanta 50 chilometri di discese e offre pacchetti con skipass.

Al Corno alle Scale poi si può vivere una Pasqua sulla neve, gustando la cucina del territorio in una cornice familiare.

I musei, gli alberghi e le strutture ricettive di tutta la regione si preparano ad accogliere i turisti delle feste: la parola d’ordine è ‘cultura’, dalla Riviera alle città d’arte dell’entroterra non mancheranno, tra l’1 e il 2 aprile, esposizioni sui muri, percorsi esperienziali e installazioni multimediali.

Lungo la costa adriatica saranno 1.400 gli alberghi aperti. I turisti pasquali diretti alle città d’arte, invece, potranno contare su 30.000 posti letto alberghieri, mentre l’offerta ricettiva delle località termali e di quelle appenniniche sarà, rispettivamente di 12.000 posti letto e 13.000 posti letto .

Tra gli appuntamenti da non perdere, invece, per quanto riguarda l’arte, l’elenco è lungo: dalla rivoluzione pittorica di Caravaggio al design geniale di Ettore Sottsass, passando per le immagini della bambinaia-fotografa Vivian Maier e la sofisticata grafica dello studio Licalbe Stainer.