Previsioni Meteo, “Freddo e neve di Primavera”: confermato il colpo di coda dell’Inverno dopo l’Equinozio, i giorni più freddi Giovedì 22 e Venerdì 23 Marzo [DETTAGLI]

MeteoWeb

Previsioni Meteo – Certo non sarà Burian, come sensazionalisticamente ( ma crediamo anche senza cognizione di causa) certa informazione vuole far credere. Tuttavia, come più realisticamente abbiamo detto da queste pagine, l’Italia vivrà un’autentica fase invernale e, paradossalmente, proprio in coincidenza con l’equinozio  di primavera. D’altronde, i nostri lettori ricorderanno che da queste stesse pagine, appena sopita la fase fredda di fine febbraio, avevamo ammonito che l’inverno avrebbe avuto modo ancora di farsi sentire nella coda della stagione. Ebbene, tra qualche giorno, una nuova resa dei conti con il generale che, armando truppe ancora una volta continentali, si muoverà dagli Urali verso buona parte d’Europa e del Mediterraneo.

L’Italia sarà coinvolta in maniera piuttosto decisa. Correnti relativamente fredde già domenica, specie sera e notte su lunedì, al Nord con neve in collina o anche fino a bassa quota, soprattutto in Emilia Romagna. Martedì, via via freddo in discesa lungo la Penisola, ma ancora non particolarmente freddo, comunque con nevicate in Appennino centrale fino sotto 800/900 metri e anche in Sardegna. Naturalmente piogge e temporali diffusi su gran parte del Centro Sud. Meglio al Nord, dove farà più freddo, ma con scarsi fenomeni per una maggiore lontananza dai minimi depressionari in azione più diretta sulle aree centro-meridionali.

La fase clou del maltempo a carattere freddo, dovrebbe attuarsi dalla giornata di mercoledì 21 e fino a sabato 24, con apice di freddo tra giovedì 22 e venerdì 23. Nella nostra elaborazione grafica, abbiamo rappresentato la fase più depressionaria e perturbata, attesa per mercoledì 21, con bassa pressione al Sud e maltempo sulle aree centro meridionali tutte. Possibile neve diffusa in Appennino centrale fino a bassa quota tra Marche, Abruzzo, aree interne laziali, est Umbria e più intensa su Molise e Campania, Nord Lucania, anche Daunia pugliese.

L’apice del freddo, invece, dicevamo, tra giovedì e venerdì prossimi. In questa fase le termiche più fredde, come evidenziato in cartina: una -2° a 1350 metri circa fino a tutta la Sicilia, una -4° fino all’Ovest della Sicilia, sul Centro Nord Calabria e su Puglia centrale. Valori di -6° a 1350/1400 metri diffusi su tutto il Centro, resto del Sud e al Nordest. Fasi anche con termiche di -8° sul Nord Appennino e medio-alto Adriatico.

Insomma una bella botta di inverno che certamente lascerà il segno, ma condizioni che nulla avranno a che vedere con altre caratteristiche del Burian, che computerebbero termiche alle medesime quote, intorno ai 1350/1400 metri, almeno di -10/-12/-14° e ancora più negative. Tutti i dettagli sul maltempo invernale, quota neve, stima accumuli e aree più interessate, potremo svelarli Lunedì 19. Continuate quindi a seguirci!

Ecco le pagine utili per seguire la situazione meteo in tempo reale: