Il rapporto dei nonni con i nipoti: la nonna materna ha un legame più forte a livello psicologico

MeteoWeb

E’ indiscutibile che i nonni sono i pilastri fondamentali per molti nipoti, in quanto li accudiscono sin da piccoli e si prendono cura quando i genitori sono assenti per varie ragioni. La loro presenza è una figura di conforto, sia per i genitori che per i bambini, sia da un punto vista pratico che emotivo. Ognuno ha una ruolo importante nella crescita del bambino, però la nonna materna rispetto a quella paterna, per i nipoti è un punto di riferimento privilegiato, e questo perché è la mamma che le attribuisce questo ruolo primario rispetto alla suocera stessa. Ciò accade perché si fanno crescere i figli seguendo i consigli e le abitudini impartite negli anni dalla propria madre.

Molti studi dimostrano come la nonna materna incida maggiormente sullo sviluppo psicologico dei nipotini tanto da esser paragonata dai bambini stessi come una seconda madre. Ciò avviene perché la mamma ha più fiducia nella propria genitrice, affidando i sui figli a lei piuttosto che alla suocera; che a volte vorrebbe sostituirsi prepotentemente al ruolo di madre invadendone gli spazi. Altri studi affermano che, oltre l’aspetto psicologico, ci sia quello genetico; ossia quando la nonna era incinta della propria figlia già vi erano nel feto gli ovociti formati e fra quei 2 milioni di ovuli uno diventerà in futuro il/la nipote. Insomma, nella maggior parte dei casi  si tende ad avere legami più forti con la nonna materna, sia perché è proprio la mamma che le attribuisce maggior fiducia per la cura del figlio, sia per la componente genetica insita in ognuno di noi.