Riducendo le calorie si vive più a lungo: importanti effetti sul corpo durante il sonno

MeteoWeb

Uno studio americano, pubblicato su “Cell Metabolism” ha studiato persone che hanno consumato il 15% in meno di calorie rispetto al solito ed ha rivelato che mangiare meno ha importanti effetti su ciò che accade al corpo durante il sonno: ridurre la quantità di calorie che si assumono può allungare la vita.

Il team di Leanne Redman del Pennington Biomedical Research Center in Louisiana ha assegnato casualmente 53 adulti volontari al gruppo “dieta normale” o a quello “dieta ipocalorica”: per 2 anni, 34 persone hanno assunto il 15% di calorie in meno, mentre gli altri hanno mangiato senza limite.

A partire dal secondo anno della ricerca nei soggetti “a dieta” si è registrato un drastico calo dell’attività metabolica notturna e una  riduzione della temperatura corporea (notturna). Queste persone hanno mostrato anche un calo del 20% dello stress ossidativo cellulare (i danni al Dna e alle cellule causati dallo stress ossidativo sono considerati i segni distintivi dell’invecchiamento).

Gli esperti hanno quindi dedotto che una dieta a basso contenuto calorico può spingere il corpo a mantenere un metabolismo più lento, quando l’organismo è a riposo: potrebbe trattarsi di un meccanismo evolutivo che attua un risparmio dell’energia quando il cibo scarseggia.