Stazione Spaziale cinese “Tiangong-1”: una vita produttiva nonostante un destino catastrofico

MeteoWeb

Nonostante sia destinata ad impattare sulla Terra, Tiangong-1 ha raggiunto risultati straordinari nel suo periodo di validità, per esempio ha fornito dati utili durante disastri globali e ha aiutato la Cina a perfezionare i suoi piani per una stazione spaziale più grande.

Prima di perdere il contatto con il China Manned Space Engineering Office (CMSE), è riuscita a completare 1.630 giorni di servizio, sebbene fosse stata progettata in origine per una missione di 2 anni. Lanciata alla fine di settembre 2011 dal Jiuquan Satellite Launch Center, ha completato l’aggiustamento orbitale finale nel dicembre 2015. Sulla base degli ultimi aggiornamenti dell’Aerospace Corporation, Tiangong-1 dovrebbe precipitare in maniera incontrollata sulla Terra domenica 1 aprile alle ore 10:30 UTC (le 12:30 italiane) con un’incertezza di ± 16 ore, nell’area compresa tra le latitudini di 43° nord e sud.

Monitoraggio ambientale e controllo dei disastri globali

tiangong-1
Credit: CMSE

Nel 2014, il CMSE ha annunciato che il laboratorio spaziale ha ottenuto dati scientifici notevoli per gli studi sulle risorse minerarie della Terra, sulla conservazione degli oceani e delle foreste e sul monitoraggio dell’ambiente globale.

Gli stessi dati sono stati utili per fornire immagini per un primo intervento nel bel mezzo delle inondazioni di Yuyao, in Cina, e di un grande incendio boschivo in Australia nel 2013. Sebbene non fossero rilasciate per uso pubblico, le informazioni registrate da Tiangong-1 erano accessibili a coloro che pagavano per il servizio.

Modello sperimentale per la Stazione Spaziale Nazionale cinese

tiangong 1Oltre alla raccolta di dati, un rapporto afferma che Tiangong-1 ha permesso al CMSE di affinare la tecnica di attracco e molte altre tecniche fondamentali per lo sviluppo della futura stazione spaziale nazionale del Paese.

Dal novembre 2011 fino a giugno 2013, è stato il veicolo obiettivo di 3 missioni. Shenzhou 8 è stata la prima ad utilizzare il prototipo come luogo di arrivo nel novembre 2011. La missione successiva, Shenzhou 9, nel giugno 2012, ha avuto un equipaggio di 3 persone. La prima donna cinese nello spazio, Liu Yang, era accompagnata da altri due astronauti, Jing Haipeng e Liu Wang: hanno trascorso un totale di 10 giorni sul veicolo per testare metodi di attracco automatici e manuali.

Tiangong-1
Credit: CMSE

Shenzhou 10, l’ultima missione vista da Tiangong-1, è arrivata nel giugno 2013, con un equipaggio di 3 astronauti cinesi (Nie Haisheng, Zhang Xiaoguang, Wang Yaping). Per 15 giorni hanno eseguito esperimenti nel campo della scienza, della tecnologia e della medicina spaziale.

Tiangong-1 fa parte del piano trentennale della Cina per la costruzione di una stazione spaziale più grande nell’orbita terrestre bassa entro il 2020. Questo piano esisterebbe dal marzo 1986. È stato formulato dopo un dibattito tra oltre 100 esperti cinesi e leader istituzionali provenienti dai settori pertinenti. I capi di governo hanno approvato la fase iniziale del piano nel gennaio 1992.