Unicef: nel mondo 520 milioni di bambini fuori dalle statistiche

MeteoWeb

Secondo un nuovo rapporto dell’Unicef, Progress for Children in the SDG Era (I progressi per i bambini nell’era degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile), sono almeno 520 milioni i bambini che vivono in Paesi in cui mancano completamente dati su almeno due terzi degli indicatori degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile sui bambini o in cui mancano dati sufficienti per valutarne i progressi, rendendo i bambini effettivamente non compresi nelle statistiche. Si tratta del primo rapporto tematico che valuta i risultati compiuti finora per raggiungere gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile relativi a bambini e i giovani: si conferma una preoccupante mancanza di dati in 64 Paesi e progressi insufficienti nei 37 Paesi per i quali i dati sono disponibili, scrive l’organizzazione, spiegando che il rapporto sottolinea che “per i Paesi che possiedono dati sufficienti disponibili, l’entità della sfida rappresentata dagli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile è scoraggiante“.

Secondo il documento, 650 milioni di bambini vivono in Paesi in cui almeno due terzi degli SDGs non saranno raggiunti se i progressi non dovessero accelerare, e in questi Paesi entro il 2030 un numero ancora maggiore di bambini rispetto ad oggi potrebbe affrontare conseguenze negative nella vita.

Le proiezioni mostrano che tra oggi e il 2030:
A) Altri 10 milioni di bambini potrebbero morire per cause prevenibili prima di aver compiuto 5 anni;
B) 31 milioni di bambini potrebbero soffrire di malnutrizione cronica a causa di una non adeguata nutrizione;
C) 22 milioni di bambini potrebbero perdere l’istruzione prescolare;
D) 150 milioni di ragazze potrebbero sposarsi prima di aver compiuto 18 anni;
E) 670 milioni di persone, molte delle quali bambini, potrebbero non avere ancora accesso di base ad acqua potabile.