Viaggi & Turismo: Pasqua alla Fattoria del Colle per rigenerare corpo e mente

MeteoWeb

Un ponte lungo di Pasqua per rigenerare corpo e mente nel cuore della Valdorcia, a Trequanda, un borgo antico in cui il tempo sembra essersi fermato. Siamo alla Fattoria del Colle di Donatella Cinelli Colombini e l’occasione per vivere quattro giorni all’insegna del total relax arriva con una proposta destinata a conquistare il cuore dei winelovers e non solo. Visite guidate al corpo della cinquecentesca villa che fu rifugio dell’amore segreto del Granduca di Toscana ma soprattutto alle cantine, di Trequanda ma anche di Montalcino, presso il Casato Prime Donne alla scoperta del miglior Brunello. Tre in particolare saranno le occasioni per vivere una vacanza esperienziale e multisensoriale alla scoperta dei meravigliosi vini del territorio: tre degustazioni itineranti, di cui due effettuate su quattro vini – tra cui il Leone Rosso Doc Orcia,  il Drago e le Otto Colombe IGT e il  Brunello Riserva – da compiere nel giorno del Venerdì Santo o a Pasquetta attraverso la cappella di San Clemente e le stanze della villa cinquecentesca, prima di terminare nella cantina in cui maturano il Chianti Superiore e l’Orcia DOC Cenerentola con l’infernotto del Brunello, la tinaia, la bottaia e la vinsantaia. Entrambe le degustazioni prevedono al termine un assaggio nel Boschetto dei giochi antichi di olio extravergine 2017 nelle tipologie DOP Terre di Siena, cultivar Moraiolo e Correggiolo accompagnati da Spumante Brut blanc de blanc. La terza degustazione itinerante è in programma nella giornata del Sabato Santo, nella cantina del Casato Prime Donne a Montalcino: in questa occasione sarà possibile apprezzare il Rosso di Montalcino, il Brunello e il Passito accompagnati dalle musiche scelte dal musicista sommelier Igor Vazzaz e dalla suggestione dell’installazione artistica nella tinaia dedicata alla cultura popolare locale e realizzata dal pittore Roberto Turchi.

Spiritualità e una sottile seduzione del palato vanno di pari passo nella giornata di Pasqua: al mattino chi vorrà potrà intervenire alla S.Messa con canti gregoriani presso l’Abbazia di Monte Oliveto Maggiore a 12 km dalla Fattoria – dove gli amanti dell’arte potranno altresì ammirare il ciclo di affreschi sulla vita di San Benedetto da Norcia, dipinti nel Chiostro grande da Luca Signorelli e Giovanni Bazzi detto Sodoma – prima di condividere un pranzo pasquale a base di piatti tipici del territorio, introdotto da un aperitivo con schiacciata di Pasqua salata della Valdichiana insieme alle uova benedette, al capocollo e pecorino come vuole la tradizione. Nel pomeriggio tornano le degustazioni: stavolta è una verticale di Brunello, con cinque assaggi funzionali al far capire la leggendaria longevità di questo celeberrimo vino – 1999, 2006, 2008, 2012, 2013 – accompagnati da aneddoti, dalla ricerca di sentori aromatici e dalla capacità di emozionarsi al contatto col palato.
All’insegna della tradizione anche il brunch di Pasquetta, con salumi, formaggi e dolci tipici della tradizione senese tra cui la ricotta montata, che gli ospiti potranno imparare a preparare con una mini lezione di cucina alla Fattoria, durante la quale potranno apprendere anche l’arte di fare i pinci.

Se alle degustazioni di vino si vuole abbinare anche un momento di assoluto relax, a disposizione degli ospiti c’è anche il centro benessere con bagno turco, sauna, Jacuzzi panoramica, sala massaggi di coppia e vasca in ginepro per la vino terapia, pratica che coniuga perfettamente vino, bellezza e salute.

Nel pacchetto, che comprende 3 pernottamenti con colazione, rientrano altresì una cena degustazione a base di 4 portate di cucina tradizionale e creativa, la visita guidata della Fattoria del Colle e della cantina Casato Prime Donne a Montalcino con degustazione itinerante di 4 vini, la degustazione verticale dei 5 Brunello e la mini lezione di cucina.