Luna, Marte e Mercurio: carte in 3D per le missioni spaziali

MeteoWeb

Creare mappe geologiche dettagliate della superficie e del sottosuolo, modelli tridimensionali geologici e ambienti virtuali per una nuova esplorazione di Luna, Marte e Mercurio utili alle future missioni spaziali europee. Questo il Progetto PANMAP che prende il via a Padova sotto la guida del prof. Matteo Massironi del Dipartimento di Geoscienze dell’Università di Padova.

Viviamo in un’età d’oro per l’esplorazione spaziale – spiega il prof. Massironi –: molte nazioni mantengono ambiziosi programmi spaziali, le missioni orbitali ormai raggiungono corpi planetari al confine del sistema solare come Plutone o in ambienti estremi come Mercurio, Marte è stato ad oggi osservato da una vera e propria flotta di orbiter e rover, mentre siamo ad un passo dal rendere routinaria l’esplorazione robotica e umana della Luna. In questo contesto le carte geologiche delle superfici planetarie costituiscono un contributo essenziale per pianificare strategie di missione di successo, mentre ambienti virtuali di Marte e Luna verranno verosimilmente utilizzati per permettere un training adeguato agli astronauti del prossimo futuro. I modelli geologici tridimensionale del sottosuolo permetteranno infine di immergersi al di sotto delle superfici planetarie e riconoscere strutture geologiche sepolte.

Per rendere più concreti questi obiettivi e mantenere l’Europa a livello di eccellenza nell’ambito dell’esplorazione spaziale, prenderà avvio la prossima settimana il progetto Europeo Planetary Mapping (PLANMAP) coordinato dall’Università di Padova.