Diventare un bartender conviene?

MeteoWeb

Diventare un bartender conviene? È questa una domanda molto comune da parte di tutti coloro che in questi giorni stanno magari valutando di iscriversi a una scuola di bartending.

Si tratta, d’altronde, di una domanda lecita: essere curiosi di sapere cosa comporta effettivamente il bartending e quali sono i vantaggi di diventare un bartender certificato è il primo passo per potersi avvicinare con maggiore consapevolezza a questa professione in continua crescita.

Ebbene, quel che vogliamo ricordarti è che il bartending è una grande scelta di carriera, e che quella del bartender è una professione che può realmente fare la differenza in un locale. Siete mai stati in un bar, e vi siete mai domandati come faccia il bartender a memorizzare tutte le ricette delle bevande, comunicare efficacemente con i clienti e avere il pieno controllo delle operazioni?

Se la risposta è positiva… pensate che al suo posto presto potreste esserci voi. Soprattutto in tempi di difficoltà economiche e occupazionali, come oggi purtroppo ancora avviene, diventare un bartender è una scelta estremamente saggia, poiché difficilmente la clientela dei bar e dei locali “sparirà”, anche in tempi di gravi criticità. Insomma, a differenza di molti lavori, quello del bartender è a prova di “recessione” economica, e vi aprirà le porte su diversi contesti e diversi mercati, anche internazionali.

In altri termini, i vantaggi di questa professione sono vari e numerosi. Ricordate ad esempio che possono essere necessarie solo poche settimane per ottenere la certificazione a questa professione, seguendo magari uno dei corsi abilitanti di maggiore qualità come quelli che potete trovare su http://www.f-b-s.it/. Vi invitiamo inoltre a tenere conto che i guadagni annuali medi sono piuttosto interessanti, e che dipenderanno dal locale in cui andrete a operare: in alcuni casi, non avranno difficoltà a superare diverse migliaia di euro al mese.

Tra le altre caratteristiche della professione, rammentiamo altresì che il programma e gli orari di lavoro sono piuttosto flessibili, e che il mestiere è particolarmente aperto sia a opportunità di lavoro a tempo pieno, che a tempo parziale. Uno dei grandissimi vantaggi è inoltre quello di lavorare in un dinamico contesto sociale: potrete incontrerai costantemente persone nuove, fare conoscenze interessanti e ampliare la rete di contatti personali e professionali.

Alla luce di quanto sopra, il bartending può realmente rappresentare una professione piuttosto redditizia e appagante. Diventare un bartender è tuttavia molto di più che “mescolare bevande”: è una professione che richiede impegno, dedizione e soprattutto formazione. Pertanto, cominciate con l’individuare la migliore scuola per questa professione, e seguite attentamente i consigli e i suggerimenti delle persone più esperte di voi. L’umiltà e la dedizione vi permetteranno di superare le consuete difficoltà iniziali, e arrivare a disporre di quelle capacità e competenze che vi permetteranno di padroneggiare le tecniche e le abilità di questa professione, aprendo fin da subito le porte a diverse opportunità di lavoro.

E voi che ne pensate? Avete mai pensato di diventare bartender? Volete condividere con noi le vostre esperienze?