Cade in mare elicottero della Marina Militare: un morto e 4 feriti

MeteoWeb

Nella tarda serata di ieri un elicottero SH 212 di Nave Borsini, del dispositivo Mare Sicuro in Mediterraneo centrale, è caduto in mare in prossimità dell’unita per cause in corso di accertamento.

Tutti e cinque gli occupanti del mezzo sono stati prontamente recuperati dai mezzi della nave: quattro di loro sono in buone condizioni mentre lo specialista di volo Andrea Fazio, recuperato in stato di incoscienza, è deceduto a bordo di Nave Borsini nel corso delle operazioni di rianimazione.

I famigliari del militare effettivo presso il 2° Gruppo Elicotteri di Stanza a Catania sono stati avvertiti e vengono assistiti da personale specializzato per il supporto psicologico e spirituale. Altre unità della Marina Militare sono accorse in assistenza a Nave Borsini nella zona dell’ammaraggio.

Il ministro della Difesa Roberta Pinotti, appresa la notizia del tragico incidente aereo, ha espresso le proprie condoglianze alla famiglia del Sottufficiale: “Ai familiari del maresciallo Fazio va il mio sentimento di vicinanza e quello di tutto il personale della Difesa. Esprimo la mia solidarietà alla Marina Militare“.

Il capo di Stato Maggiore della Difesa, generale Claudio Graziano, esprime “a nome delle Forze Armate e suo personale, cordoglio alla famiglia del sottufficiale Andrea Fazio, specialista di volo deceduto per l’incidente che ha visto coinvolto, per cause in corso d’accertamento, un elicottero della Marina Militare imbarcato su Nave Borsini, unità impegnata nell’operazione ‘Mare Sicuro’ nel Mediterraneo centrale, caduto in mare nella tarda serata di ieri, durante attività addestrativa“. Il generale Graziano augura pronta guarigione agli altri quattro componenti dell’equipaggio tratti in salvo, ora in prognosi riservata ed esprime “vicinanza” a tutta la Marina Militare per la triste notizia.