Farmaci: 1 su 10 nei Paesi poveri è falso, in Africa decessi tra bimbi

MeteoWeb

Il mercato delle medicine contraffatte è “una minaccia che sta mettendo a rischio i pazienti in tutto il mondo“. E’ l’allarme lanciato dagli esperti riuniti a Londra per ‘Fight the Fakes‘ promosso dall’University College di Londra. Durante l’evento sono stati ricordati i dati dell’Oms sulle pillole ‘taroccate’: nei Paesi a basso reddito 1 farmaco su 10 è falso. E questo mercato è in mano ad organizzazione criminali. Michael Deats dell’Oms, invitato a ‘Fight the Fakes’, ha mostrato un video di un’incursione in una fabbrica di falsi farmaci in Africa Occidentale: si vedevano uomini confezionare bottiglie di vetro riempite di antibiotici da distribuire ai bambini con infezioni polmonari. Il liquido arrivava da contenitori di plastica sporchi e contaminati con E.Coli.
Gli antimicrobici e gli antimalarici sono i farmaci falsi più comunemente commercializzati“, ricorda un editoriale pubblicato su ‘The Lancet Respiratory Medicine’ che fa una sintesi di ‘Fight the Fakes’ e analizza il fenomeno delle medicine contraffatte. “Uno studio basato sui dati dell’Oms – osserva l’editoriale – ha stimato tra 79 mila e 169 mila i bambini che potrebbero morire ogni anno di polmonite perché vengono trattati con antibiotici falsi“. In un altro video presentato sempre da Michael Deats si vedono 5 bambini di un’area rurale della Repubblica Democratica del Congo ricoverati in ospedale con la stessa serie di sintomi: distonia, paralisi degli arti superiori e lingua sporgente.
Un’indagine di Medici senza frontiere – prosegue l’editoriale – ha scoperto che a questi piccoli pazienti era stato dato un farmaco contro le convulsioni della malaria che, dopo alcune verifiche, si è scoperto contenere un antipsicotico. Sempre per questa falsificazione sono morti 11 bambini“.