Fulmini: è sicuro parlare al cellulare durante un temporale?

MeteoWeb

Molte persone associano i pericoli di essere colpiti da fulmini con lo stare all’aperto, ma ci sono alcuni rari casi di persone ferite o addirittura uccise da fulmini quando si trovavano in posti chiusi.

Per esempio, un uomo è morto mentre si trovava all’interno di una casa nel 2017. Gli investigatori sono arrivati alla conclusione che il fulmine abbia viaggiato attraverso travi in acciaio e strumenti metallici esposti prima di arrivare al suo corpo.

Utilizzare un telefono fisso durante un temporale non è mai sicuro a causa della sua connessione a cavi esterni. Il fulmine può seguire il cavo fino alla cornetta e ferire la persona all’apparecchio. Ma per quanto riguarda il cellulare?

Esiste un luogo comune secondo cui i cellulari attraggono i fulmini, spiega John Jensenius, specialista per la sicurezza dai fulmini per il National Weather Service americano. Se qualcuno viene colpito da un fulmine e porta un cellulare con sé, esso si scioglierà o brucerà. Le persone, quindi, credono che il cellulare sia il responsabile, ma le due cose non sono correlate.

fulminiEcco cosa ha spiegato Jensenius: “La prima cosa che le persone dovrebbero capire è che niente attira veramente i fulmini, ma che i fulmini seguono cavi e reti e cose simili. Quindi, se si è al cellulare, non c’è nessuna probabilità in più di essere colpiti da un fulmine di quando non si è al cellulare”. “È il posto in cui ci troviamo che rappresenta una maggiore preoccupazione rispetto a qualsiasi altra cosa. Se siamo vicini ad un ripetitore, non è positivo perché il fulmine può colpirlo”, ha spiegato Dan Kottlowski, meteorologo di AccuWeather.

È importante andare in un posto chiuso, come un’auto o un edificio, ha aggiunto Kottlowski. Oltre ad essere in una struttura chiusa, bisogna assicurarsi di stare lontani dai dispositivi elettronici collegati alle prese di corrente. “Qualsiasi cosa collegata ad una presa di corrente è pericolosa perché  collegata ad un cavo esterno”, ha spiegato Jensenius. Un cellulare o un laptop collegati e in carica presentano gli stessi pericoli di un telefono fisso.

Il National Weather Service raccomanda di stare all’interno delle case per 30 minuti dopo aver sentito l’ultimo tuono.