Terremoto, De Micheli: la ricostruzione è partita

MeteoWeb

La ricostruzione è partita – spiega in una intervista al Messaggero Paola De Micheli, commissario straordinario per l’emergenza post-sisma in Centro Italia -. Per la privata iniziano ad esserci dei segnali, e il primo effetto dell’ ordinanza 46 e’ che sono emersi finalmente i problemi veri della ricostruzione privata: gli abusi edilizi non sanabili, per alcuni dei quali dovremo fare una legge che interverra’ in maniera puntuale. Poi c’e’ la paura delle persone di non ricevere i rimborsi per le spese affrontate. Stiamo spiegando in tutti i modi che tutto, ma proprio tutto, sara’ pagato dallo Stato“. “Sono in corso di approvazione le perimetrazioni, perche’ abbiamo avuto i dati sulle microzonazioni: questo strumento urbanistico ci consentira’ di ricostruire meglio e in sicurezza i centri storici, intervenendo laddove serve anche sul dissesto idrogeologico. Parallelamente stiamo concludendo i processi di delocalizzazione delle attivita’ produttive e in alcuni centri questo garantisce di mantenere i posti di lavoro. Sullo sviluppo economico dobbiamo modificare alcune cose: prorogare la cassa integrazione in deroga e modificare l’ impianto normativo della zona franca urbana per il 19/’20“. “Non c’e’ alcuna fragilita’. L’ ordinanza emergenziale della Protezione Civile che autorizza la costruzione del centro polivalente di Norcia e’ la stessa utilizzata per tutti i terremoti precedenti. Abbiamo fatto valutazioni di governo e con tutti i gruppi parlamentari nel merito di queste norme e le abbiamo ritenute appropriate. La Protezione Civile da sempre opera attraverso ordinanze. Sulla ricostruzione abbiamo il decreto 189 e le ordinanze attuative del Commissario“.